22.07.2019  07:40

A fuoco una cabina, linea ferroviaria bloccata fra Rovezzano e Campo Marte. Cancellazioni e ritardi, rabbia fra i pendolari

di Glenda Venturini
Interruzione richiesta dall'Autorità giudiziaria per accertamenti: data alle fiamme una cabina elettrica. Si pensa ad un atto doloso. Ritardi che arrivano anche a due ore, treni cancellati in stazione e pendolari arrabbiati


(foto da facebook Comitato Pendolari Valdarno Direttissima)

Il traffico ferroviario è stato bloccato, questa mattina, fra le stazioni di Rovezzano e di Campo di Marte, per accertamenti richiesti dall'Autorità Giudiziaria. Lo stop ai treni sulla linea è scattato dalle 5 del mattino: data alle fiamme una cabina elettrica. Si pensa ad un atto doloso. 

La prima comunicazione di RFI: "Per accertamenti da parte dell'Autorità Giudiziaria il traffico ferroviario nel nodo di Firenze è sospeso dalle 5.10. Ripercussioni sulle linee AV e convenzionale. Sul posto sono presenti le squadre tecniche di RFI e le Forze dell'Ordine".

Intanto nelle stazioni valdarnesi è il caos: lungo l'elenco dei treni cancellati nella tratta finale, dal Valdarno verso Firenze; l'Alta Velocità è dirottata in linea lenta con inevitabili ritardi per i regionali. I pendolari valdarnesi sulla pagina facebook del Comitato lamentano: "Non siamo stati informati in tempo e con chiarezza". 

Aggiornamento ore 7.50 di Rfi:  "Traffico ferroviario fortemente rallentato nel nodo di Firenze con ripercussioni sulle linee Alta Velocità e convenzionale. Dai primi accertamenti, il principio d’incendio agli impianti che gestiscono la circolazione dei treni è stato causato da un atto doloso ad opera di ignoti. I treni in viaggio registrano ritardi fino a 180 minuti. in corso la riprogrammazione del servizio ferroviario con limitazioni e cancellazioni. Sul posto stanno operando le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana per il ripristino della piena funzionalità dell'infrastruttura. I viaggiatori sono costantemente informati sia bordo treno sia nelle stazioni".

 

A stabilire se si tratti davvero di atto doloso, e ovviamente a cercare di risalire ai responsabili, saranno le Forze dell'ordine: sul posto sono intervenuti agenti della Polfer, della Digos e della Polizia scientifica, dopo che i Vigili del fuoco si erano occupati dello spegnimento, al primo allarme arrivato poco dopo le 5 del mattino. Il trasporto ferroviario ha avuto pesanti conseguenze anche a livello nazionale, con l'Italia tagliata in due fra Roma e Firenze, per circa tre ore. 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus