30.11.2019  18:34

"Leggere la Toscana", l'impegno di una lettura al giorno di due classi

di Monica Campani
L'iniziativa impegnerà l'intero anno scolastico in corso partendo dal 30 Novembre


commenti

Data della notizia:  30.11.2019  18:34

La Festa della Toscana è sempre stata per il Comune di Cavriglia un momento di incontro fondamentale tra gli Amministratori e gli Studenti, tra il territorio e il mondo della scuola. "Tante le iniziative nate nel corso di questi quasi venti anni in relazione alle tematiche proposte dal Consiglio regionale: dai diritti alle libertà, dalla storia alle identità, dal lavoro al volontariato, alla valorizzaione dei talenti e delle eccellenze. E ciò ha sempre rappresentato un momento per interrogarsi e discutere sul nucleo dei valori da preservare, trasmettere e promuovere: la tolleranza e la democrazia, la dignità della persona e la cultura".

Così anche quest'anno il 30 novembre cavrigliese vedrà una breve visita nelle scuole del territorio da parte degli Amministratori che, alla presenza della Dirigente Scolastica, porteranno in dono dalla Biblioteca “Venturino Venturi” il libro dell'attuale presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, "La Toscana giorno per giorno. 365 giorni tra storia, curiosità, personaggi e aneddoti". Questo, dopo aver proposto e condiviso l'impegno di un "progetto lettura" con alcune classi: una lettura al giorno di storie toscane fino alla fine dell'anno scolastico, per ricordare e non solo in maniera simbolica i diritti degli uomini e delle donne e per farsi custodi della democrazia.

“Ogni giorno con il libro sulla Toscana i nostri ragazzi possono imparare qualcosa sul valore dei Diritti e l'importanza della Storia - afferma l'Assessore alla Pubblica Istruzione Paola Bonci - Non esiste miglior modo che educare le nuove generazioni all'importanza di valori imprescindibili per poter poi in futuro migliorare la nostra Società.”

Cultura

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE
Roberto Riviello
Controcorrente
Forse ce n’eravamo dimenticati, in questi ultimi an...
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...