31.05.2017  16:46

Lavori di Rfi nelle stazioni toscane, il punto sui cantieri: in Valdarno tre le stazioni ferroviarie interessate

di Glenda Venturini
Si tratta dei lavori necessari per migliorare accessibilità, ma anche servizi e informazioni al pubblico: l'investimento complessivo è di 85 milioni di euro nel biennio 2017 – 2018, in Toscana. Alle stazioni di Montevarchi e San Giovanni lavori già avviati nel 2017; a Figline sono previsti ulteriori interventi nel 2018


I lavori alla stazione di Montevarchi, partiti nel 2016

Sono in corso nelle tre maggiori stazioni valdarnesi gli interventi di Rfi per migliorare principalmente l'accessibilità, ma anche i servizi e le informazioni al pubblico. Interventi che riguardano nel complesso 34 stazioni della Toscana, nel biennio 2017/2018, per un totale di 85 milioni di euro investiti.

Il piano è stato presentato questa mattina da Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, e da Efisio Murgia, direttore territoriale produzione Firenze di Rete Ferroviaria Italiana: l'occasione per fare il punto sugli interventi in corso e su quelli in programma per il potenziamento delle stazioni regionali.

I primi cantieri già operativi, e che lo saranno nel corso del 2017, riguardano le stazioni di Arezzo, Carrara-Avenza, Chiusi-Chianciano Terme, Firenze Campo Marte, Firenze S.M.N., Grosseto, Lucca, Montecatini Terme, Massa Centro, Montale-Agliana, Montevarchi, Piombino, Pistoia, Pontassieve, Pontedera, Rignano, San Giovanni, San Vincenzo, Serravalle Pistoiese, Siena e Viareggio.

Nello specifico: a Montevarchi gli interventi, già avviati nella prima metà dell'anno e dal valore complessivo di 5 milioni di euro, si concluderanno entro la fine del 2017. A San Giovanni Valdarno i lavori inizieranno entro il 2017 e avranno un valore totale di 4,5 milioni (2 milioni impegnati nell'annualità 2017 e 2,5 nel 2018).

Nel 2018 i lavori proseguiranno, oltre che nelle stazioni elencate, anche a Campiglia Marittima, Empoli, Figline Valdarno, Follonica, Forte dei Marmi, Livorno, Orbetello, Pietrasanta, Prato Centrale, Rosignano, Sesto Fiorentino, Signa e Torre del Lago. A Figline il prossimo anno l'intervento riguarderà i marciapiedi, mentre la riqualificazione del sottopassaggio e la costruzione dell'ascensore sono stati completati nel 2016. 

I principali interventi consistono nell’innalzamento dei marciapiedi a 55 cm, lo standard europeo previsto per i servizi ferroviari metropolitani, per facilitare l’accesso ai treni; c'è poi l'installazione di ascensori, la ristrutturazione degli spazi interni, dei sottopassaggi e delle pensiline, il rinnovo e l’implementazione dei sistemi per le informazioni al pubblico e l’installazione di impianti di illuminazione a led. 

"Lo scorso anno - ha detto l'assessore Ceccarelli - avevamo annunciato interventi in 25 stazioni con investimenti per 50 milioni. Oggi presentiamo l'implementazione di questi investimenti, che proseguiranno anche nel periodo 2017/2018 sulla base di quanto sottoscritto nell'Accordo Quadro Regione-RFI, secondo un prpgramma che andrà avanti fino al 2020 e che coinvolgerà in tutto 53 stazioni toscane". 

"Il nostro obiettivo - ha concluso Efisio Murgia - è rendere le stazioni della Toscana sempre più accessibili e vivibili. Per questo sono programmati, nel biennio 2017/2018, interventi per oltre 80 milioni di euro che interesseranno 34 stazioni della Toscana. Si tratta di un ulteriore importante sinergia realizzata con la Regione Toscana per migliorare i servizi ai viaggiatori anche durante la sosta ed il transito dalle stazioni".

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Chi avrebbe mai pensato che una statua raffigurante Gabri...