02.06.2017  09:12

Lavori alla stazione, i pendolari: "Sui marciapiedi interventi rinviati da un anno. E la sala d'attesa è ridotta così"

di Glenda Venturini
Rfi ha annunciato per il 2018 i lavori di rialzamento dei marciapiedi alla stazione di Figline. "Ma erano previsti per il 2017, come mai questo cambiamento?", chiede il portavoce del Comitato, Maurizio Da Re. Intanto arrivano segnalazioni sullo stato di degrado della sala d'attesa


All'indomani dell'annuncio di Rfi sui lavori alle stazioni toscane, il dibattito si è acceso fra i pendolari valdarnesi. Ad aprire la discussione sulla pagina facebook del gruppo è stato il portavoce, Maurizio Da Re, che ha commentato: "Leggo degli investimenti di RFI su 34 stazioni ferroviarie in Toscana per 85 milioni di euro e qualcosa anche in Valdarno. Si parla di sale d'aspetto rinnovate, ma di quella di Santa Maria Novella non c'è traccia ed è scomparsa ormai da diversi anni", è la prima puntualizzazione. 

E ancora: "Si dice che nel 2018 i lavori proseguiranno anche a Figline: è molto strano visto che nel luglio dell'anno scorso si diceva che dopo l'entrata in funzione dei nuovi ascensori della stazione erano previsti i lavori di adeguamento dei marciapiedi, con l'innalzamento a 55 cm, per facilitare l'accesso ai treni ai disabili. Erano già programmati e nell'elenco dei progetti di Rfi per il 2017. Ora si apprende che i lavori sui marciapiedi dei binari di Figline sono previsti nel 2018, invece del 2017".

"I casi sono due - scrive Da Re - o RFI ha preferito fare i lavori a Montevarchi e a San Giovanni, perchè così si è accordata ed è stata sollecitata dalle amministrazioni, oppure Figline non ha sollecitato né concordato con RFI i lavori alla sua stazione. Tenuto conto dei tempi lunghi che ci furono per l'accordo Comune-RFI per l'avvio e la manutenzione dei due nuovi ascensori della stazione e visto lo stato di abbandono del fondo stradale del parcheggio della stazione, c'è da pensare che sia l'amministrazione figlinese a mancare di attenzioni verso la stazione e i pendolari".

Intanto, i pendolari segnalano la situazione della sala d'attesa della stazione figlinese, che avrebbe bisogno di manutenzione: fra sedili mancanti e divelti, spesso oggetto di atti di vandalismo. 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus