20.10.2015  11:25

Lara Mori in Scozia con le Azzurre, ultime chances per un posto da titolare

di Andrea Tani
La riserva verrà sciolta venerdì, a poche ore dalla gara: soltanto allora si conosceranno i nomi delle sei titolari e quello della ginnasta costretta a seguire da bordo pedana. I tanti infortuni rischiano di complicare la scelta, Lara Mori spera. E intanto continua ad allenarsi


La Nazionale italiana accolta all'aeroporto da un musicista in abito tradizionale (foto Federginnastica)
Bisogna portare pazienza fino a venerdì: le sei titolari della Nazionale italiana di ginnastica artistica saranno scelte soltanto a poche ore dall'inizio del Campionato del mondo. Fino ad allora Lara Mori e compagne non sapranno chi di loro dovrà salirà sugli attrezzi e quella che invece seguirà le gare soltanto a bordo pedana nel ruolo di riserva. Un'attesa snervante, ma i problemi fisici accusati negli ultimi giorni rischiano di sbaragliare le carte in tavola e costringeranno forse a trovare nuove gerarchie. Così alle Azzurre, che intanto sono arrivate a Glasgow e hanno svolto una buona prova podio, non resta che continuare ad allenarsi.

Sbarcate in Scozia sabato scorso, domenica le ginnaste italiane hanno assaggiato per la prima volta gli attrezzi del Sse Hydro, l'avveneristica arena che ospita la manifestazione. Ieri una buona prova podio, con Lara Mori impeccabile alle parallele prima di una piccola caduta a trave, poi precisa al volteggio e splendida al corpo libero.

 
 

Lara Mori FX #Glasgow2015

Posted by Ginnastica Artistica Italiana. on Lunedì 19 ottobre 2015
L'esercizio al corpo libero di Lara Mori 

Le Azzurre si sono dovute però accontentare di un programma semplificato visti i tanti guai fisici. Oltre all'assenza di Martina Rizzelli, rimasta a casa con una frattura al piede, l'ex campionessa del mondo Vanessa Ferrari (ieri ricorreva peraltro il 9° anniversario del suo storico trionfo al Mondiale di Danimarca) ha dolori al tendine d'Achille e l'altra punta di diamante Erika Fasana che dovrà salire sugli attrezzi con una frattura da stress alla tibia.

Lara Mori sta bene e pensa solo a convincere il commissario tecnico Enrico Casella a darle un posto da titolare. Impresa per nulla semplice. In teoria il duello è tra la valdarnese e Tea Ugrin, con quest'ultima leggermente favorita per l'ultimo posto da titolare. Ma gli infortuni degli ultimi giorni possono cambiare completamente lo scenario. Il Mondiale inizia venerdì 23 ottobre, con l'Italia inserita nella quinta suddivisione che sarà in pedana a partire dalle 19.45 italiane. Lara Mori ha altri tre giorni di allenamenti da sfruttare al meglio e, per il momento, non pensa ad altro.
 

Sport

 
comments powered by Disqus