16.06.2017  09:38

La storia della Croce Rossa Italiana durante la Seconda Guerra Mondiale si ripercorre a Vallombrosa

di Glenda Venturini
Si è aperto questa mattina il convegno nazionale “La Sanità Militare e la Croce Rossa Italiana nella Grande Guerra”, evento con il patrocinio della Camera dei Deputati. A Vallombrosa autorità da tutta Italia


commenti

Data della notizia:  16.06.2017  09:38

Il ruolo della Sanità militare e della Croce Rossa Italiana durante una delle pagine più cruente della storia dell’umanità, la Seconda Guerra Mondiale. Un evento nazionale, che si è aperto questa mattina all’Abbazia Vallombrosana di Reggello, parla proprio di questo. Il convegno “La Sanità Militare e la Croce Rossa Italiana nella Grande Guerra” è organizzato da Comune di Reggello, Comitato per la ricostruzione e restauro della fontana posta al Saltino intitolata all’Onorevole Carlo Delcroix, Croce Rossa Italiana e Società Italiana Storia Medicina con il patrocinio della Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, dell’Università degli Studi di Firenze e la sponsorizzazione di Metronotte Sicuritas. Il convegno ha anche ottenuto il patrocinio della Camera dei Deputati.

Il convegno ha lo scopo di fare luce su un aspetto a volte trascurato del secondo conflitto mondiale: l’impegno sanitario ed assistenziale che fu prestato ad oltre un milione di feriti, 2 milioni e mezzo di ammalati e poco meno di 500mila mutilati, trattati con gli scarsi mezzi di allora.

L’evento di Vallombrosa ha valenza nazionale, e si apre in mattinata alla presenza delle autorità; alle 15 ci sarà l’inaugurazione della mostra storico-documentale nei locali della ex segheria. I lavori inizieranno alle 15,30, dopo la chiusura alle 18,30 presso la Cucina Monumentale dell’abbazia ci sarà lo spettacolo teatrale a cura del Gruppo della Pieve. Sabato 17 giugno i lavori ripartiranno alle 9,30 e termineranno alle 18,30, al termine ci sarà il concerto con musiche d’epoca a cura della Banda del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana Centro Mobilitazione Tosco Emiliano e del coro La Martinella, successivamente è prevista la cena di gala. Infine domenica 18 giugno i lavori si svolgeranno dalle 9,30 alle 17.

Durante il convegno sarà possibile visitare i Musei di Arte Sacra presenti in Abbazia e a Cascia e l’Arboreto Sperimentale di Vallombrosa; saranno anche organizzate visite guidate. In occasione dell'evento l'Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Circolo Filatelico numismatico Figlinese e la SICREA, ha realizzato un giro filatelico a tiratura limitata di 150 pezzi, composto da 4 cartoline originali più un intero postale, obliterati con annullo filatelico speciale. Il 16 giugno alle ore 15 a Vallombrosa sarà presente l'ufficio filatelico postale distaccato munito dell'annullo speciale. 

A conclusione del Convegno, alle ore 18,00 di domenica 18 giugno si terrà, presso il loggiato del Polivalente del Saltino, l’inaugurazione della Mostra storica ricostruttiva “Il Piave Mormorò” a cura della Pro-loco del Saltino Vallombrosa con il patrocinio del Comune di Reggello.

Cultura

 
comments powered by Disqus