26.09.2017  16:42

La preistoria pronta ad invadere il centro storico: arriva il fine settimana del PaleoFest

di Glenda Venturini
Sabato 30 e domenica 1 ottobre il centro storico di Montevarchi accoglierà il primo festival dedicato alla preistoria, organizzato dal comune insieme con l'Accademia del Poggio e il Museo Paleontologico. Tanti gli eventi in programma


(foto di Giulia Lachi)

commenti

Data della notizia:  26.09.2017  16:42

Montevarchi pronta a riscoprire le sue origini antiche, quelle che affondano nella preistoria: lo farà in occasione della prima edizione del PaloFest, il festival dedicato appunto alla preistoria, in programma sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre nel centro storico. 

Una due giorni organizzata dall’Accademia Valdarnese del Poggio, in collaborazione con il comune di Montevarchi: un fitto programma di scoperte, esperienze didattiche, momenti di spettacolo, mostre e visite guidate per scoprire la preistoria dall’osservatorio del Valdarno, un bacino straordinario per il ritrovamento di fossili preistorici, come ha dimostrato anche l'ultimo rinvenimento di un cranio di mammut, al Tasso.

Nel fine settimana il patrimonio del Museo Paleontologico si 'apre' alla città, invadendo le strade e le piazze e per dare a grandi e piccoli l’opportunità di prendere contatto con la paleontologia nelle forme più varie, dalla ricerca scientifica al gioco e allo spettacolo.

In programma attività per bambini e ragazzi, al Museo e presso la Ginestra - Fabbrica della Conoscenza. E poi convegni, una passeggiata tra le balze a cura dell’associazione Alcedo, la mostra di immagini allestita dall’associazione fotoamatori F. Mochi, in via Poggio Bracciolini. Un tuffo nella preistoria sarà quello che piccoli e grandi potranno sperimentare tra Piazza Vittorio Veneto e il Chiostro di S. Lodovico, dove sarà allestito un vero accampamento preistorico grazie alla competenza dell’archeologia sperimentale di Archeoworld - Gli albori.

Domenica mattina un nuovo approfondimento scientifico presso la sala grande dell’Accademia sulle migrazioni nella storia dell’umanità. Chiuderà l’evento il pomeriggio della domenica, con una merenda in piazza e uno spettacolo a tema.Durante tutta la dura del festival saranno aperti con speciali riduzioni e gratuità anche il Museo di Arte Sacra della Collegiata e il Cassero per la Scultura italiana tra Ottocento e Novecento, mentre i ristoranti del centro offriranno menu a tema. Ospite speciale a Montevarchi il Museo delle Scienze di Camerino, colpito dal recente sisma nelle Marche, al quale sarà dedicata un’apposita campagna di sostegno. 

 

Cultura

 
comments powered by Disqus