15.03.2012  11:56

La possibile chiusura degli uffici giudiziari del Valdarno e del tribunale di Montevarchi arriva in consiglio comunale a Bucine

di Federica Crini
L’argomento è stato oggetto di un dibattito per ottenere l’appoggio dell’assemblea sulla mozione da proporre per mantenere gli uffici del Giudice di Pace nel Valdarno


commenti

Data della notizia:  15.03.2012  11:56

Il dibattito sulla possibile chiusura degli uffici giudiziari di Montevarchi è arrivata anche in consiglio comunale a Bucine. In particolare si tratta degli uffici del Giudice di Pace di Montevarchi e San Giovanni, oltre probabilmente anche al tribunale di Montevarchi, sede distaccata di Arezzo. All’inizio della seduta, sono stati illustrati ai presenti le cause della decisione, che derivano da normative a livello nazionale per tagliare i costi.
 
“In questo modo sarà in grossa difficoltà la gestione della giustizia nel Valdarno, che rappresenta un bacino d’utenza molto vasto, pari a circa 100.000 abitanti – ha spiegato il vice sindaco Paola Mugnai – la possibile soppressione degli uffici giudiziari aumenterebbe il lavoro per il tribunale di Arezzo, mentre fino ad oggi quello di Montevarchi riesce a smaltire il 30% del carico giudiziario”.
 
Per quanto riguarda gli uffici del Giudice di Pace, la normativa prevede che sia possibile mantenerli se viene fatta richiesta da un comune o da un consorzio di comuni. Ed è questa la strada intrapresa dall’Associazione Avvocati del Valdarno in collaborazione con le amministrazioni locali: individuare un’unica sede a Montevarchi dove poter spostare questi uffici, alla condizione che siano le stesse amministrazioni a sostenere le spese dell’immobile e del personale amministrativo.
 
Su questo punto, però, è intervenuto il sindaco Sauro Testi: “Una riflessione deve essere presa in considerazione: la contropartita non può prevedere che siano i cittadini a pagarsi dei servizi che dovrebbero essere loro garantiti. Quando si arriverà al tavolo per contrattare, faremo presente che questo principio è sbagliato, perché facendo i conti si rischia che i cittadini paghino due volte per servizi essenziali”.
 
Dai banchi dell’opposizione, il consigliere Antonio Bernini ha proposto che siano coinvolti anche i sindaci della vallata fiorentina nella questione, in particolare per ampliare l’area di giurisdizione del tribunale di Montevarchi e raggiungere, così, i numeri per mantenerlo attivo. Soprattutto in seguito alla decisione di sopprimere anche la sede giuridica distaccata di Firenze a Pontassieve.

Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus