26.10.2015  16:35

La gara per il gestore unico si gioca in tribunale. Ricorso al tar contro Ato Toscana Centro

di Eugenio Bini
Il raggruppamento temporaneo di imprese che vede la presenza di Sei Toscana, presenta ricorso al Tar contro l'esclusione dalla gara per il gestore unico dell'Ato Toscana Centro. La battaglia si trascina così in tribunale e slitta l'affidamento, con ripercussioni sui Comuni interessati dalla gara, tra i quali Rignano e Figline e Incisa.


commenti

Data della notizia:  26.10.2015  16:35

La gara per il gestore unico si trasforma in una battaglia legale. Da una parte il raggruppamento temporaneo di imprese escluso dall'altra Ato Toscana Centro. Una querelle tutta legale che rischia di avere serie ripercussioni per quegli stessi Comuni che rientrano nel perimetro di gara. In Valdarno, Rignano, Figline e Incisa, attualmente in una sorta di "limbo": gestite da Aer, in attesa che venga affidata la gara per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati di Ato Toscana Centro.
 
Nelle scorse settimane, nel corso della valutazione delle due uniche offerte presentate, Ato Toscana Centro ha infatti escluso il raggruppamento composto da Cooplat, Siena Ambiente, Sei Toscana e Cft Società Cooperativa. In gara è rimasto così solo il raggruppamento guidato da Quadrifoglio. Ora il raggruppamento escluso, come era facile prevedere, ha presentato ricorso al Tar della Toscana.
 
L'esclusione era stata sancita con una delibera del direttore generale di Ato Toscana Centro, Sauro Mannucci. "Alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte (ore 12 del 7.11.2014) – si legge nella delibera - sono pervenute le due seguenti offerte:  Concorrente 1) Rti Cooperativa Lavoratori Ausiliari del Traffico L.A.T. (mandataria), Siena Ambiente Spa (mandante), Servizi Ecologici Integrati Toscana Srl mandante, Cft Società Cooperativa (mandante). “Concorrente 1”. Concorrente 2) Rti Quadrifoglio Spa (mandataria), Publiambiente Spa (mandante), Asm Spa (mandante), C.I.S. Srl (mandante)".
 
“Nella seduta pubblica del giorno 11 settembre 2015 - viene riportato nella delibera - la commissione giudicatrice (…)ha comunicato ai concorrenti presenti gli esiti delle valutazioni effettuate dalla stessa commissione con riferimento alle offerte tecniche; reso noto che l’offerta tecnica presentata dal Concorrente 1 è stata ritenuta meritevole di esclusione dalla procedura di gara; dato lettura dell’estratto del verbale n.25 nel quale sono indicate in sintesi le motivazioni alla base dell’esclusione relative alla “Qualità del modello gestionale proposto”.
 
Ora gli esclusi presentano ricorso al tribunale amministrativo, notificato all'Ato Toscana Centro il 12 ottobre, che a sua volta ha affidato l'incarico legale, impegnando 35mila euro. La gara si trascina così adesso nelle aule di tribunale.

Cronaca

 
comments powered by Disqus