23.01.2012  23:58

"L’amministrazione comunale e i servizi sociali facciano opera di vigilanza, informazione e prevenzione". Il Pd prende posizione sul gioco d'azzardo

di Monica Campani
A Montevarchi stanno per aprire due nuove sale giochi. Chiara Galli segretario del Pd prende posizione e chiede agli enti preposti maggiori controlli ed accortezze. “L’apertura di nuove sale incentiva il gioco d’azzardo e peggiora i rischi sociali e patologici collegati a questa attività".


commenti

Data della notizia:  23.01.2012  23:58

A Montevarchi stanno per aprire due sale giochi e la segreteria del Pd prende posizione esprimendo preoccupazione per l'apertura di attività che " vivono e si arricchiscono sulla pelle dei più poveri, dei giovani e dei malati".

“L’apertura di nuove sale incentiva il gioco d’azzardo e peggiora i rischi sociali e patologici collegati a questa attività. Non dimentichiamo che si gioca di più in un periodo di crisi e incertezza quando è facile sperare che un colpo di fortuna possa cambiare la situazione. Non solo, la dipendenza dal gioco è una vera e propria malattia e la presenza di tante occasioni non aiuta chi faticosamente cerca di guarire -  ha dichiarato Chiara Galli segretaria del Pd di Montevarchi -  È importante che tutti i cittadini siano consapevoli che giocare d’azzardo arricchisce soltanto i gestori e lo stato che, durante il governo Berlusconi,  ha allargato i lacci che regolamentavano il settore. È grazie alle liberalizzazioni di Berlusconi che è diventato semplice aprire sale per il gioco d’azzardo oppure giocare nei vari casinò on line e in televisione".

Chiara Galli, poi, rimarca quando sinora accertato dall'associazione Libera che da anni combatte il fenomeno legato alla mafia. “La regolazione del gioco in Italia è talmente contraddittoria che la criminalità organizzata non si preoccupa neppure di imbastire un sistema di gioco d'azzardo illegale: le basta infiltrarsi nei circuiti legali - afferma l'associazione Libera - Sono stimati in 2 miliardi e mezzo gli introiti della "mafia da gioco" nel solo 2009. Basta guardare al numero di Procure impegnate su questo tema nell'ultimo anno, ben 12, in ogni parte d'Italia".

Per questo la segretaria del Pd di Montevarchi si rivolge agli enti locali preposti: "Non possiamo solo stare a guardare, chiediamo che l’amministrazione comunale e i servizi sociali e sanitari facciano opera di viglilanza, informazione e prevenzione nelle scuole, fra la popolazione tutta con maggiore attenzione verso i malati già in cura al Sert, le famiglie seguite dai servizi sociali e tutte le fasce più deboli della nostra società montevarchina".




Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus