17.02.2013  14:15

IV Palio dello stufato: la giuria premia Marco Rossi

di Monica Campani
Si è tenuta la quarta edizione del Palio dello stufato. La prima grande novità è stata la partecipazione, dopo selezione, di sei sangiovannesi che si sono cimentati nell' elaborazione del prelibato e tipico piatto della città. L'altra novità è stata invece la presenza degli studenti dell'alberghiero del Vasari di Figline.


commenti

Data della notizia:  17.02.2013  14:15

La giuria presieduta dal giornalista ed esperto enogastronomico Leonardo Romanelli ha scelto lo stufato di Marco Rossi come vincitore della quarta edizione del Palio tenutosi a San Giovanni. Rossi faceva parte del gruppo di sei sangiovannesi che, dopo attenta selezione, è stato ammesso a partecipare alla gara. Gli altri stufatari di San Giovanni erano: Vasco Guidotti, Giuseppe Morandini, Luciano Mori, Marco Occhini e Piera Ermini. Tutti cuochi eccezionali che hanno saputo elaborare un piatto prelibato e squisito.

Ed è stata proprio questa la grande novità dell'edizione 2013 del Palio dello stufato: la partecipazione, cioè, non dei ristoratori della città bensì dei cittadini. Come dire il piatto tipico di San Giovanni ricco di storia e tradizioni tramandato di generazioni in generazioni è stato affidato alla cucina dei cittadini.

Ad aprire la festa sono stati in piazza Masaccio gli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri fiorentini. A coronare la giornata tantissimi stand in piazza Cavour e nelle vie limitrofe con porzioni di stufato e di altri prodotti della zona.

Ma il vero evento si è svolto all'interno dei saloni della Basilica. Oltre 130 i partecipanti al pranzo al centro del quale vi era la gara per lo stufato migliore. Altra novità di quest'anno la  presenza degli studenti dell'indirizzo alberghiero dell'Istituto Vasari di FIgline che si sono occupati dell’accoglienza del pubblico e del servizio ai tavoli e, insiema ai cuochi del comune di San Giovanni, hanno  preparato il pranzo deliziando i convitati con piatti e prodotti tipici del territorio cominciando ovviamente dallo stufato ma continuando con antipasti, pappa al pomodoro e cappelletti in brodo.

La manifestazione del Palio è stata ritenuta meritevole del patrocinio e del contributo da parte del progetto regionale “Vetrina Toscana”.


 

Cultura

 
comments powered by Disqus