14.07.2014  18:21

"Ispettori toscani anche a bordo dei Firenze-Foligno": l'annuncio di Ceccarelli. Accolta la richiesta dei pendolari valdarnesi

di Glenda Venturini
Era uno dei problemi segnalati da mesi dal Comitato Pendolari Valdarno Direttissima: i Firenze-Foligno, treni molto utilizzati perché attraversano le stazioni valdarnesi, non sono di competenza della Toscana. E quindi, niente ispettori né verifiche sui ritardi. Ora qualcosa cambia: "Sigleremo un accordo con l'Umbria", ha annunciato l'assessore regionale. Le penali però non potranno comunque essere applicate dalla Toscana


Gli ispettori della Regione Toscana potranno presto salire anche a bordo dei Firenze-Foligno, di competenza dell'Umbria, per la verifica dei disservizi a bordo. Lo ha annunciato l'assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, a margine di una conferenza stampa che ha tenuto insieme al collega umbro Silvano Rometti, relativa alla stazione intermedia dell'Alta velocità e al sistema delle ciclopiste turistiche.

"Presto - ha detto Ceccarelli - sigleremo un accordo con la Regione Umbria finalizzato a tutelare i pendolari della tratta tra Firenze e Foligno: la Toscana effettuerà i controlli a bordo tramite i suoi ispettori e trasmetterà all'Umbria i rapporti per i dovuti provvedimenti". Una notizia che interessa da vicino proprio il Valdarno. 

D'altronde, questa era una delle richieste 'storiche' del Comitato dei Pendolari, e del suo portavoce Maurizio Da Re. Da mesi, infatti, si segnalava l'anomalia relativa ai Firenze-Foligno che, essendo di competenza dell'Umbria, non ricevevano i controlli della Toscana. Eppure, i valdarnesi che li utilizzano sono centinaia ogni giorno, visto che la tratta attraversa le stazioni del Valdarno. 

"Contiamo – ha aggiunto Ceccarelli – di fare in modo che si ponga rimedio ai frequenti malfunzionamenti del riscaldamento in inverno e soprattutto degli impianti di condizionamento in estate, nonché di affollamento".

Sull'annuncio, però, arriva anche la precisazione: i treni della relazione Firenze-Foligno sono tutti compresi nel Contratto di Servizio fra Regione Umbria e Trenitalia, sono effettuati con materiale e personale che non appartengono alla Direzione Toscana di Trenitalia e quindi le penali non saranno applicabili da parte della Regione Toscana.
 
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
Da Re: "Modificare il contratto per controllare meglio i Foligno più affollati"
"C'è una coppia di treni Foligno che sono di competenza della Regione Toscana e fanno parte del contratto di servizio con Trenitalia. Due Foligno 'inutili' - commenta il portavoce del Comitato, Maurizio Da Re - perché sono pochi i pendolari che li usano: il 3153 in partenza alle 8.02 da SMN e il 3176 in arrivo alle 21.48 a SMN, la coppia con il primo da Firenze e l'ultimo a Firenze. Perché non cambiare i Foligno di competenza della Toscana, modificando il contratto con Trenitalia, e acquisendo due Foligno più affollati, così da controllarli meglio?"

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
E se la frase appena pronunciata dal magnifico Matteo Ren...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
LA PREMESSA SOCIOBIOLOGICA… Nei suoi libri di fantascienz...