04.01.2017  19:36

Incontro Anci Toscana e Poste sulla riduzione del servizio consegna corrispondenza. Presente anche il sindaco di Pergine

di Federica Crini
Questa mattina il primo incontro per le valutazioni dopo l’annuncio della riduzione del servizio di consegna della posta annunciato per febbraio. Stabilite verifiche periodiche con Anci e confronti nelle zone interessate


La sede Anci Toscana ha ospitato oggi un primo incontro tra una delegazione di sindaci e Poste Italiane per valutare la situazione dopo l’annuncio della riduzione del servizio di consegna della posta, in partenza da febbraio.

Presente anche la prima cittadina di Pergine Simona Neri: "Abbiamo cercato di rappresentare la situazione di tutte le nostre Province. Ad Arezzo ed a Prato la consegna a giorni alterni è già realtà, non senza disagi. Ci saranno verifiche periodiche sul tavolo Anci", spiega Neri.

"È stato deciso di organizzare dei confronti direttamente nei territori interessati, per verificare specificità e bisogni di ogni zona, riguardo un servizio molto caro ai cittadini", si legge in una nota di Anci Toscana. L'incontro era stato richiesto proprio dall'associazione dei comuni toscana lo scorso 21 dicembre, dopo che Poste aveva inviato una lettera ai sindaci dei comuni non ancora interessati al provvedimento, in cui veniva spiegata la nuova riorganizzazione del servizio: consegna della posta il lunedì, mercoledì e venerdì in una settimana e, a rotazione, il martedì e giovedì in quella successiva.

All'incontro erano presenti i responsabili nazionali di Poste per i Rapporti istituzionali e Recapiti, insieme ai sindaci Giovanni Capecchi (Montopoli, responsabile di settore per Anci), Giacomo Termine (Monterotondo Marittimo), Simona Neri (Pergine Valdarno), Giordano Ballini (Villa Basilica), Giacomo Trentanovi (Barberino Valdelsa) e l’assessore Nicola Landucci (Monteverdi Marittimo). Era presente anche il direttore di Anci Toscana Simone Gheri.

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus