18.12.2013  12:54

Inaugurato ufficialmente lo sportello “Ecco fatto!” a Pietraviva alla presenza del Presidente Uncem. Da gennaio disponibili tutti i servizi

di Federica Crini
Alla presenza del Presidente di Uncem Toscana è stato inaugurato ufficialmente lo sportello che sostituirà il vecchio ufficio postale e comprenderà anche molti altri servizi per i cittadini. Uno sportello che dovrebbe diventare un punto di riferimento per tutta la Valdambra


commenti

Data della notizia:  18.12.2013  12:54

Taglio del nastro ufficiale per il nuovo sportello “Ecco fatto!” di Pietraviva a un anno esatto dalla chiusura dell’ufficio postale nella frazione di Bucine. Presenti il sindaco Sauro Testi e Oreste Giurlani, Presidente di Uncem Toscana, l’ente che ha sviluppato il progetto sostitutivo dopo le richieste dei circa 70 comuni toscani che hanno vissuto l’esperienza della chiusura delle poste nei piccoli paese del loro territorio.
 
“Siamo partiti poco più di un mese fa, alcune cose sono state attivate, altri servizi partiranno ad anno nuovo contemporaneamente con tutti gli altri sportelli “Ecco fatto” della Toscana” – ha spiegato il sindaco Testi ai cittadini presenti, che aveva già sottolineato l’importanza del progetto nato da un disagio e porta invece a riorganizzare la rete di servizi garantendo la qualità e quantità in tutto il territorio, così da diventare un puto di riferimento per la Valdambra.
 
“Il nostro obiettivo era aprire tutti i 70 sportelli entro la fine dell’anno, adesso stiamo sincronizzando i vari uffici in modo che da gennaio possano partire tutti i servizi ancora non attivi, soprattutto quelli telematici e che riguardano i pagamenti”, ha dichiarato Giurlani. “Dai pagamenti come Imu, Tares e imposte comunali, alle spedizioni e servizi postali: questo diventerà un punto fermo posta, così il postino lascerà qui la corrispondenza o le raccomandate che non ha potuto recapitarvi. Inoltre, sarà attivato anche una rete wifi libera”.
 
Il sindaco di Bucine ha anche richiesto all’Uncem di attivare a Pietraviva anche i principali servizi della “Bottega della salute”, cioè l’attivazione e i servizi legati alla carta sanitaria, il servizio di sportello Cup. “Inoltre sono compresi i sevizi di telemedicina in collaborazione con il medico di famiglia per ricevere analisi e ricette online” – ha aggiunto Giurlani – “Qui sarà installato un defibrillatore e le due ragazze del servizio civile seguiranno un corso di primo soccorso. Infine, potrebbe diventare dispensario farmaceutico”.
 
“Dove è stato sperimentato “Ecco Fatto”, gli sportelli funzionano benissimo: sono disponibili più servizi rispetto a un ufficio postale, quindi alla fine è un guadagno per la cittadinanza”, ha concluso il Presidente di Uncem Toscana.
 
Alcuni servizi comunali legati all’anagrafe sono già disponibili anche a Pietraviva, oltre all’organizzazione del trasporto ad Ambra o Bucine di coloro che non possono muoversi autonomamente per usufruire di alcuni servizi non ancora disponibili nella frazione. Al momento, l’ufficio è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.30.
 

Cronaca

 
comments powered by Disqus