07.02.2020  17:16

“Il ritmo vitale. Henri Bergson, biologo del tempo”, la prima fatica di Letizia Cipriani

di Monica Campani
Valdarnese, cantante soul-jazz, coinvolta in attività di volontariato presso Enpa, sezione di San Giovanni Valdarno, laureata in Filosofia, Letizia è anche tra i fondatori dell'Unità di ricerca Qua-Onto-Tech e cofondatrice della Start up fiorentina "Aeffective"


commenti

Data della notizia:  07.02.2020  17:16

“Il ritmo vitale. Henri Bergson, biologo del tempo”: è il primo libro e la prima fatica della sangiovannese Letizia Cipriani. Edito da "Vite Riflesse", progetto editoriale che nasce all’Università di Firenze da un’idea di Roberta Lanfredini, docente di Filosofia Teoretica, e diventato una collana di libri edita per i tipi di Mimesis, tra i più attivi nell’ambito della filosofia, il libro è già presente in tutte le librerie.

Letizia Cipriani, 30 anni, sangiovannese, ha all'attivo varie attività e vari interessi: laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Firenze, è tra i fondatori dell'Unità di ricerca Qua-Onto-Tech, studiosa appassionata di Henri Bergson e cofondatrice della Start up fiorentina "Aeffective" che si occupa di Sentiment Analysis. E' una cantante soul-jazz ed è coinvolta in attività di volontariato presso Enpa, sezione di San Giovanni Valdarno. 

"Il leitmotiv di ogni libro: esistono delle esperienze di vita vissuta alla base del pensiero dei grandi filosofi? È possibile incarnare la vita dei grandi pensatori o questa rimane oscurata totalmente dalla teoria dei saggi?"

I libri già pubblicati nella collana: “Autoritratto in un interno viennese. Sigmund Freud si racconta” del professore Sergio Vitale,  “L’enigma di Turing. Genesi e apologia di un genio” di Albarosa Gesualdo, “Solo. Il falso inedito di Descartes” dello scrittore Daniele Ramadan.

 

 

 

Cultura

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE