20.04.2012  00:17

Il piacere della memoria. Leo Gullotta produce e presenta il film di un giovane regista

di Monica Campani
L'attore è diventato produttore insieme a Fabio Grossi del film 'In arte Lilia Silvi' con la regia di Mimmo Verdesca. "Mi ha spinto il piacere della memoria e di dare una mano ad un giovane".


Leo Gullotta e Fabio Grossi

commenti

Leggi gli Speciali:  Valdarno Cinema Fedic 2012

Data della notizia:  20.04.2012  00:17

Protagonista della seconda giornata di Valdarno Cinema Fedic è stato Leo Gullotta. Attore poliedrico, nato con il teatro a Catania, ha spaziato nella sua carriera dal cinema alla televisione fino al doppiaggio. Molti i registi famosi con i quali ha lavorato, altrettanti i colleghi di prestigio con i quali ha condiviso il proprio lavoro. Poi il doppiaggio. Sua è la voce di Woody Allen nell'ultimo film girato a Roma insieme a Roberto Benigni.

Ma a San Giovanni Gullotta è intervenuto come produttore. ' In arte Lilia Silvi' è il film in concorso che l'attore ha abbracciato insieme a Fabio Grossi. Il regista Mimmo Verdesca è un giovane che ha cercato di ricreare un documentario della memoria. La storia del cinema degli anni '30 e '40, quella dei 'telefoni bianchi', raccontata da chi l'ha vissuta. Un'attrice adesso novantenne.

Leo Gullotta ha festeggiato i 50 anni di attività. Una carriera costellata di successi, basti pensare a quelli ottenuti in teatro, al cinema o in televisione con il Bagaglino. Ha pensato anche ai giovani. A tutti coloro che hanno idee, capacità e professionalità e spesso poche opportunità per realizzare i propri progetti. Oltre ad aver abbracciato il progetto di Verdesca, Gullotta ha fatto molto di più: ha dato ad un giovane regista la possibilità di mettere in pratica le proprie qualità ed allo stesso tempo di rispolverare il piacere della memoria in tutti coloro che vedranno il film.



Cultura

 
comments powered by Disqus