11.05.2013  16:51

Il 'Pentolaio' fa tappa a Montevarchi: giornata di riprese per il film 'Mi chiamava Valerio'

di Andrea Tani
I traguardi tagliati quando ancora era una giovane promessa del ciclismo e gli arrivi in volata della Milano-Sanremo: ieri piazza Varchi e via Poggio Bracciolini hanno fatto da cornice ad alcune scene del lungometraggio dedicato a Valeriano Falsini, lo storico gregario di Fausto Coppi


commenti

Leggi gli Speciali:  Mi chiamava Valerio

Data della notizia:  11.05.2013  16:51

Si è chiuso con una giornata di ciak nel centro storico di Montevarchi il tour de force di riprese per il film ‘Mi chiamava Valerio. Dopo Rignano, Vallombrosa, Reggello e Castelfranco, è toccato a piazza Varchi e via Poggio Bracciolini fare un salto all’indietro di 60 anni per l’ultima tappa valdarnese della troupe, almeno per adesso.

Proseguono a ritmo serrato le riprese del film dedicato a Valeriano Falsini, il ‘Pentolaio’ di Matassino, storico gregario di Fausto Coppi. Ara Solis, il Gruppo della Pieve e Fresnel Multimedia hanno chiuso un’altra settimana di lavoro in Valdarno, scenario naturale di gran parte del film girato anche all’Isola d’Elba e a Castellania, il piccolo comune in provincia di Alessandria che dette i natali a Fausto Coppi e al fratello Serse. L'uscita nelle sale è prevista per il prossimo ottobre.

Le vie di Montevarchi faranno da cornice agli arrivi in volata: i primi traguardi di Valeriano quando, ancora amatore, con la maglia dell’Aquila Montevarchi faceva parlare di sé nel mondo del professionismo, e quelli conquistati con la casacca biancoceleste della Bianchi, allora la squadra più forte del mondo, la squadra dell’“Airone” Fausto Coppi di cui Falsini fu gregario fedele e grande ammiratore. Così piazza Varchi per un giorno diventa la Sanremo del 1950 e del 1951 dove i ciclisti tagliano lo striscione di arrivo delle due edizioni della Milano-Sanremo.

Giornata di festa per le decine di comparse coinvolte sul set. Amanti locali delle due ruote che hanno indossato i panni - in senso letterale: le maglie di squadre leggendarie come Bianchi, Girardengo e Legnano - di campioni d’altri tempi, meccanici, massaggiatori, tifosi in attesa dei propri beniamini.

Sport

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
Non è un lavoro da poco quello portato a termine da Flavi...
Arbër Agalliu Aga
Paroleincrociate
SALVINI vs. FERRAGNI Secondo la Repubblica il nostro caro...
Roberto Riviello
Controcorrente
La professoressa palermitana Rosa Maria Dell’Aria h...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo breve articolo, vi mostro alcune ...