19.05.2012  01:28

Il Comitato Pendolari chiede più sicurezza per i treni usati dai valdarnesi

di Serena Paoletti
Nel corso di un'audizione presso la commissione provinciale trasporti della provincia di Firenze il portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima Maurizio Da Re ha chiesto maggiore sicurezza per i treni usati dai valdarnesi. In particolare è stata messa in evidenza la pericolosità della galleria del San Donato.


I pendolari chiedono più sicurezza sulla linea Direttissima Firenze-Roma per i treni del Valdarno, in particolare nella lunga galleria di San Donato, nella tratta fra Rovezzano e Figline:  è questa la principale richiesta avanzata dal portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima, Maurizio Da Re, durante l'audizione presso la commissione trasporti del Consiglio Provinciale di Firenze e in una lettera inviata all'Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria.

Sono vari gli episodi di mancata sicurezza  che si sono verificati nei treni usati dai pendolari: “la porta scardinata del Vivalto in galleria lo scorso 18 aprile è solo l'ultimo di una serie di guasti e incidenti sfiorati negli ultimi anni - ha affermato Da Re durante l'audizione in provincia - in base alle testimonianze raccolte il cedimento della porta del Vivalto sarebbe avvenuto a causa del forte spostamento d'aria durante l'incrocio in galleria fra il Vivalto e un Frecciarossa, entrambi a forte velocità.”

Il portavoce dei pendolari ha sottolineato che San Donato è una galleria lunga 11 chilometri, è "monotubo", non ha sfiatatoi nè galleria di servizio, e nell'eventualità di un incendio a un treno per i soccorritori sarebbe problematico intervenire.Da Re ha ricordato che già nel luglio 2010 il Comitato Pendolari aveva richiesto per la galleria un piano di emergenza della protezione civile della provincia di Firenze e dopo un ulteriore invito nell'aprile 2011 la provincia si era detta disponibile, annunciando per inizio 2012 una esercitazione di protezione civile.  Nell'ultimo anno sono stati realizzati interventi all'interno della galleria, come installazione di segnaletica e illuminazione, e poi piazzole di soccorso all'esterno così da far prevedere come imminente una esercitazione di protezione civile nella galleria stessa.    
 
Il Comtato Pendolari  ha scritto  e chiesto all'Agenzia della
Sicurezza Ferroviaria di prevedere delle prescrizioni specifiche come la possibile riduzione o limite di velocità per i treni in transito in San Donato, siano essi treni regionali, interregionali, Frecciarossa e Italo, soprattutto nella fase del loro incrocio con i conseguenti forti spostamenti di aria che possono causare problemi o incidenti.
 
 
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
E l'esercitazione di Protezione Civile nella galleria ferroviaria di San Donato, chiesta quasi due anni fa dal comitato pendolari e data per imminente, si svolgerà nella notte tra sabato 19 e domenica 20 maggio. Lo annuncia la Prefettura di Firenze, dopo poche ore il comunicato stampa del comitato che lo auspicava e lo rilanciava nell'audizione in Consiglio Provinciale

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
Si è vero. Ai tempi che scrissi questo pezzo lo feci per ...
Roberto Riviello
Controcorrente
La scena forse più toccante, e scioccante, di questi ulti...