23.02.2016  15:07

I campioni di casa nostra salgono in cattedra: lezioni di sport e integrazione con Lara Mori, Mustapha Haida e Sofia Fugazzotto

di Andrea Tani
Al via il corso di formazione per educatori sportivi, allenatori e atleti organizzato dall'associazione conkarma. Cinque lezioni a tema per promuovere l'inclusione delle fasce deboli attraverso lo sport. Psicologi ed esperti saranno affiancati dagli sportivi valdarnesi che hanno raggiunto i massimi livelli mondiali. Si comincia mercoledì a Figline


Lo sport è un linguaggio comune, è educazione e integrazione. Questo è ciò che conta, per il resto “Essere campioni è un dettaglio”. A dirlo sono gli stessi campioni di casa nostra: l'azzurra Lara Mori, il campione intercontinentale Mustapha Haida, la Special Olympic Sofia Fugazzotto. Questi alcuni degli ospiti del percorso di formazione per dirigenti, allenatori, istruttori, atleti e per tutti gli sportivi organizzato dall’associazione conkarma che si terrà al Palazzo Pretorio di Figline Valdarno a partire da mercoledì 24 febbraio.

Cinque serate a tema, ciascuna articolata in tre parti: una lezione vera e propria a cura di psicologi e psicomotricisti esperti del settore sportivo, la testimonianza di protagonisti dello sport di casa nostra e un dibattito aperto a tutti. I contributi degli intervenuti verranno tradotti in una Carta degli Impegni da condividere con esperti, società e associazioni sportive, famiglie e ragazzi del territorio.

Gli incontri si terranno al Palazzo Pretorio di Figline Valdarno a partire dalle ore 21. Si comincia mercoledì 24 febbraio con “Sport senza bandiere”. Introducono Matteo Galanti, psicologo e psicoterapeuta specializzato in Psicoterapia Breve Strategica, e Luca Amoroso, medico psichiatra e psicoterapeuta Dirigente Area Medica presso l’Aou Careggi. Ospiti della serata Mustapha Haida, campione mondiale Iska di Thaiboxe e campione Intercontinentale Wako Pro, e il suo allenatore Dimitri Monini, campione del mondo di K-1.

Figura fondamentale per il percorso di crescita sportiva è “L'allenatore come educatore”. A questo tema sarà dedicato l'incontro di mercoledì 23 marzo, introdotto da Francesca Lecce, docente di Psicologia dello Sviluppo all’Università Di Firenze e collaboratrice dell’Ospedale Pediatrico Meyer. Ospiti della serata, una coppia di sportive che partendo dal Valdarno ha conquistato i massimi palcoscenici del mondo: Lara Mori, atleta della Nazionale di ginnastica artistica, e Stefania Bucci, tecnica della Ginnica Giglio Montevarchi e della Nazionale italiana.

Il 20 aprile si parlerà di “Sport e disabilità” insieme a Claudia Del Tongo, coordinatrice delle attività motorio-sportive all’Istituto di Riabilitazione Agazzi e presidente dell’associazione All Stars Arezzo, e con la testimonianza dei rappresentanti dell’Asd Fun Tennis di Incisa che racconteranno la loro esperienza pluriennale di promozione dello sport per tutti.

Lo sport regala “Una possibilità per tutti”. Lo sa bene Sofia Fugazzotto, pallavolista della Nazionale italiana Special Olympics premiata lo scorso dicembre dal Comune di Figline e Incisa con il premio Bambagella 2015, massima onoreficenza cittadina, ed eletta Valdarnese dell'anno 2015 dai lettori di Valdarnopost. Sarà lei l'ospite dell'incontro di martedì 24 maggio introdotto da Massimo Porciani, presidente regionale del Comitato italiano paralimpico e presidente onorario del Gruppo sportivo handicappati “Toscana – Onlus”.

“Essere campioni è un dettaglio” si concluderà mercoledì 8 giugno presso la Sala consiliare “Francesco Staderini” di Figline Valdarno con la presentazione de “La Carta degli Impegni”, un vademecum per promuovere, raggiungere e mantenere stabili nel tempo gli obiettivi del percorso formativo realizzato grazie al contributo di tutti gli intervenuti.

“Questo ciclo di incontri rappresenta un’importante novità per il nostro territorio – ha commentato l’assessore allo Sport, Mattia Chiosi – non solo perchè promuove la formazione degli operatori sportivi, ma anche perchè invita a pensare allo sport come strumento di inclusione e di integrazione sociale. Un mezzo capace di unire tutti sotto il segno del divertimento e degli stili di vita sani, ma anche di annullare le differenze di tipo sociale, etnico e religioso e di prevenire il disagio e l’emarginazione sociale. Ed è proprio questa idea inclusiva di sport che vorremmo caratterizzasse la nostra amministrazione, perché lavorare sui ragazzi in età scolare rappresenta un investimento per tutta la nostra comunità”.

“Essere campioni è un dettaglio” è organizzato dall'associazione di promozione sociale “conkarma” con la collaborazione di Danilo Bondi, dottore in Scienza e tecnica dello sport, e del Comune di Figline e Incisa Valdarno - Settore Istruzione e Formazione, Cultura, Sport, Politiche giovanili, Pari opportunità, Gemellaggi. Per informazioni e iscrizioni inviare una mail a conkarma@conkarma.it oppure telefonare al 331 1380711.


 

Sociale / Sport

 
comments powered by Disqus