30.11.2018  17:07

Guasto alla linea fra Ponticino e Laterina, Rfi: "Cinquanta operatori al lavoro per il ripristino"

di Glenda Venturini
Il guasto che in mattinata ha creato disagi, ritardi e cancellazioni fra Arezzo e Firenze, con i pendolari del Valdarno che hanno lamentato anche scarsa comunicazione. Ma la società replica: "Personale anche nelle stazioni per fornire informazioni ai viaggiatori"


Sono cinquanta gli operatori del Gruppo Fs Italiane impegnati nella risoluzione del guasto alla linea di alimentazione elettrica dei treni che si è verificato questa mattina alle 6.40 sulla linea lenta Firenze-Arezzo, nel tratto fra Ponticino e Laterina: un guasto che stamattina ha comportato ritardi e cancellazioni di alcuni fra i treni più utilizzati dai pendolari del Valdarno. La circolazione è poi ripresa regolare dalle 10.20.

Il guasto, spiega Rfi, si è verificato al passaggio del treno regionale 23501 Firenze-Arezzo. Le cause sono in corso di accertamento. Sul posto sono intervenuti trenta tecnici di Rete Ferroviaria Italiana per ripristinare le normali condizioni di circolazione; altri venti invece sono gli operatori di Trenitalia che, nelle stazioni di Firenze SMN, Firenze Campo Marte, Arezzo, Montevarchi, Figline e San Giovanni, sono intervenuti per fornire assistenza ai viaggiatori informando sulle cause del guasto e sui servizi sostitutivi.

Per ridurre il disagio ai pendolari, spiega Rfi, sono stati effettuati due treni straordinari: uno da Montevarchi a Firenze SMN con partenza alle 7.50, uno da Firenze Campo Marte a Firenze SMN per portare i viaggiatori del 6604 che normalmente percorre la via di Statuto/Rifredi non arrivando a SMN. I pendolari da Firenze e Valdarno diretti ad Arezzo hanno utilizzato invece il servizio sostitutivo di 7 bus che hanno fatto la spola Arezzo-Montevarchi.

"I viaggiatori a bordo treno e nelle stazioni sono stati costantemente informati dai capitreno e tramite gli annunci sonori sull’andamento della circolazione effettuati nelle stazioni", puntualizza la società. "Informazioni costanti sono state fornite anche attraverso l’APP di Trenitalia ed alla Regione Toscana". 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus