27.02.2016  10:47

Giulia Mugnai frena sui parcheggi a pagamento: “Nessuna tassa, ma serve collaborazione tra Comuni”

di Eugenio Bini
Giulia Mugnai interviene nella discussione e rassicura i pendolari proponendo un tavolo che coinvolga tutte le amministrazioni: "I parcheggi della stazione di Figline riguardano tutti i comuni".


commenti

Data della notizia:  27.02.2016  10:47

“Nessuna gabella o balzello, ma è necessario affrontare il problema e trovare una sinergia tra comuni”. Giulia Mugnai frena sui parcheggi a pagamento, replica a Maurizio Da Re e interviene nel dibattito che si è acceso sul futuro del parcheggio della stazione ferroviaria di Figline.

Tutto è nato a seguito di una mozione  - che doveva essere discussa nell'ultimo consiglio comunale ma è stata rinviato al prossimo Consiglio comunale -  presentata dal gruppo consiliare del Partito Democratico di Figline e Incisa: l’atto chiede “all'amministrazione di trovare soluzioni per agevolare la fruibilità da parte dei residenti del Comune di Figline e Incisa, anche valutando il corrispettivo per l'utilizzo dei parcheggi per da parte dei residenti di altri Comuni".  

“La mozione è ancora tutta da discutere – precisa la sindaca -, ma il gruppo consiliare del PD ha svolto il suo ruolo istituzionale ponendo all’attenzione di tutto il Consiglio una questione che interessa non solo il nostro comune ma tutta la vallata, non solo i pendolari ma anche i residenti e altri fruitori di quella zona”. 

“Che il parcheggio della stazione sia una criticità è ben noto a tutti – sottolinea Giulia Mugnai - l'area di parcheggio è molto grande ma, considerato l'uso intensivo, necessita di manutenzioni continue e molte onerose per le sole casse di Figline e Incisa. Allo stesso tempo, nonostante il numero molto alto di stalli l'area non è sufficiente per soddisfare le esigenze di sosta di tutti i pendolari. Servono poi misure che aiutino i residenti ad usufruire del trasporto ferroviario, ma che riescano a dare accoglimento anche ai non residenti, proprio per dare il massimo sostegno a quelle politiche di mobilità sostenibile che in tutti i comuni stiamo portando avanti. Si è parlato molto di parcheggi scambiatori, di supporto al trasporto su gomma e ad ogni forma di mobilità integrata, eppure ancora oggi non si sono trovate soluzioni efficaci”.

“La mozione presentata dal gruppo PD – aggiunge la sindaca – ci serve proprio a riportare al centro del dibattito questo tema. Nessuno pensa di risolvere la questione nel solo Consiglio comunale di Figline e Incisa, anzi, serve proprio un'azione congiunta e coesa di tutte le Amministrazioni locali che, pur non avendo la stazione ferroviaria nei loro confini territoriali, hanno certamente a cuore le sorti di tanti pendolari che ogni mattina scelgono di utilizzare il trasporto pubblico per motivi di lavoro o di studio”. 

“Ed è proprio per questo motivo – spiega la sindaca Mugnai - che trovo premature certe prese di posizione o certe affermazioni. Nessuno ha parlato di introdurre gabelle o balzelli, ma tutti sentiamo la necessità di trovare soluzioni più efficaci alle problematiche dei pendolari. Da oggi, grazie a questa mozione, il tema è nuovamente in discussione e ci permette di rimettere l'attenzione sul servizio. Più importante ancora dell'accessibilità al parcheggio resta infatti la questione centrale del mantenimento e della qualità del servizio della linea diretta, troppe volte subordinata all'alta velocità. Ormai da un anno e mezzo questa amministrazione, sollecitando anche le altre Amministrazioni vicine, chiede di fare fronte comune insieme alla Regione Toscana per limitare l'impatto dell'alta velocità sul servizio della linea diretta: ai nostri numerosi appelli non sempre abbiamo trovato riscontri, ma speriamo che oggi questo dibattito serva proprio a unire tutti gli attori locali e che insieme possano combattere la vera battaglia che più ci interessa, quella per il miglioramento del servizio. Ringraziamo anche l’onorevole David Ermini, che come Amministrazione abbiamo coinvolto anche in altre questioni strategiche per il territorio come lo sblocco delle procedure per la realizzazione del secondo ponte sull’Arno, il potenziamento dell’Ospedale Serristori e anche per sostenerci nella battaglia contro l’introduzione del Pareggio di Bilancio negli enti nati da fusione".

"Siamo certi - conclude Mugnai che il suo intervento rappresenti una garanzia nel dialogo tra le amministrazioni e contribuirà ad affrontare con pieno spirito di collaborazione il problema del parcheggio della stazione di Figline”.

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...