05.01.2014  17:12

Giudice di Pace: sono i cittadini i veri beneficiari del suo mantenimento. Adesso a decidere è San Giovanni

di Monica Campani
Dopo il consiglio comunale di Montevarchi che ha approvato la mozione dei Democratici e Progressisti all'unanimità e quello di Terranuova la cui sola maggioranza ha detto si al documento presentato da Falsetti e Pesci del centrosinistra, l'8 gennaio sarà il turno del parlamentino di San Giovanni a decidere sul mantenimento degli uffici del Giudice di Pace


commenti

Data della notizia:  05.01.2014  17:12

Il primo a prendere posizione sul mantenimento degli uffici del Giudice di Pace, che rischiano la chiusura, è stato il consiglio comunale di Montevarchi approvando all'unanimità la mozione presentata dal gruppo Democratici e Progressisti.

Per il mantenimento degli uffici, però, occorre la collaborazione tra tutti i comuni poichè la normativa prevede che, oltre a fornire una sede, il comune che vuole mantenere l'ufficio del Giudice di Pace si deve far carico di tutte le spese per il suo funzionamento: compresi i dipendenti amministrativi.

Ed ecco che anche il consiglio comunale di Terranuova ha approvato la stessa mozione, presentata questa volta da Samuele Falsetti e Simona Pesci del centrosinistra. Non all'unanimità ma con il voto favorevole della sola maggioranza. Mercoledì 8 gennaio sarà il turno del consiglio di San Giovanni che dovrà decidere sul documento presentato dai consiglieri Francesco Carbini dei Riformisti e Lorenzo Martellini e Antonino Pia di Per un'altra San Giovanni.

Intanto I gruppi consiliari del Comune di Montevarchi Impresa ed Innovazione e Democratici e Progressisti tornano sull'argomento.

"Apprendiamo con soddisfazione che anche il consiglio comunale di Terranuova Bracciolini nell’ultima seduta, tenutasi prima delle feste natalizie, ha discusso ed approvato la mozione che avvia un serio percorso politico per il mantenimento di una sezione distaccata del Giudice di Pace.

"Crediamo che la difesa dei servizi territoriali di competenza statale erogati in un territorio  sia una battaglia che l'intera classe politica locale, a prescindere dall'appartenenza politica e dai ruoli, debba perseguire non solo in modo compatto ma anche in uno spirito di condivisione e nella massima trasparenza di sinergie tra i Comuni della Vallata per il loro possibile mantenimento. Siamo convinti che riuscire a preservare una sede distaccata del Giudice di Pace non sia solo un grande beneficio che mettiamo a disposizione più che degli operatori, come alcune volte è stato fatto credere, ma di tutti i cittadini ma dimostri anche la capacità di un territorio e dei suoi amministratori di tutelare importanti servizi sovracomunali". 

Poi un invito al consiglio comunale di San Giovanni e una nota di rammarico verso quello di Terranuova.

"Con questo spirito abbiamo votato l'atto in consiglio comunale a Montevarchi ed invitiamo tutto il consiglio comunale di San Giovanni a far propria la mozione in discussione nella seduta di mercoledì prossimo. A tal proposito avremmo auspicato che non solo la maggioranza di Terannuova, che ringraziamo pubblicamente, ma anche l'opposizione avesse ratificato quell'atto come avvenne, giustamente, in consiglio comunale".

"Per quanto ci riguarda martedì prossimo, al rientro dalle festività natalizie, solleciteremo il Sindaco e la presidenza del consiglio del comune di Montevarchi affinché promuovano le più opportune azioni per avviare quel confronto tra i gruppi consiliari presenti all’interno dei tre Comuni principali della vallata richiesto con l'approvazione dell'atto votato lo scorso 29 novembre. Come abbiamo evidenziato in sede di dibattito consiliare riteniamo che questo confronto per verificare la possibilità di individuare le sinergie per mantenere il presidio debba avvenire con il coinvolgimento sia con l’associazione degli avvocati del Valdarno sia con le parti sociali che ripetiamo "secondo noi sono le vere beneficiarie del mantenimento di tale istituto".


Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...