07.01.2014  14:16

Giudice di Pace, Barbagli: "Si al mantenimento ma con il contributo di tutti i comuni e degli avvocati"

di Monica Campani
In attesa della decisione del consiglio comunale di San Giovanni che si terrà mercoledì 8 gennaio l'assessore Enea Barbagli spiega l'approvazione della mozione sul mantenimento dell'ufficio del Giudice di Pace da parte del consiglio di Terranuova. "Il comune approva l'idea del mantenimento ma devono contribuire fattivamente tutti i comuni del Valdarno e gli avvocati mettendosi a disposizione gratuitamente dei cittadini"


commenti

Data della notizia:  07.01.2014  14:16

La mozione approvata con i voti della sola maggioranza nel consiglio comunale di Terranuova di fatto diverge da quella approvata all'unanimità a Montevarchi in due punti che secondo l'assessore Enea Barbagli sono fondamentali: al mantenimento degli uffici del Giudice di Pace in Valdarno dovranno contribuire tutti i comuni interessati e l'associazione degli avvocati mettendo a disposizione dei cittadini, in forma gratuita, la propria attività.

"Alla mozione che sta girando in Valdarno i consiglieri di Terranuova hanno aggiunto piccole integrazioni e osservazioni. Il presupposto dal quale sono partiti è che questo servizio non costerà meno di 150.000 euro annui. Se mediamente ricorressero al Giudice di Pace circa 200 cittadini ai comuni ogni ricorso costerebbe 1.000 euro. Si tratta di una grande cifra. Il denaro dovrebbe essere preso da altri servizi".  

"Per questo il consiglio comunale di Terranuova ha deciso di farlo ma per un anno: valutiamo il percorso, facciamolo insieme a tutti gli altri sindaci che dovranno contribuire in base alla propria popolazione poi trarremo le conseguenze. Ma il consiglio comunale di Terranuova ha anche detto: i cittadini potranno rivolgersi al Giudice di Pace senza l'ausilio degli avvocati ma avranno comunque bisogno di un parere legale per la propria questione, quindi perchè anche gli avvocati non danno un proprio contributo di solidarietà?. Almeno una volta la settimana potrebbero mettere una disponibilità oraria per dare consulenza gratuita".



In attesa, dunque, di sapere cosa risponderanno gli avvocati, mercoledì sarà il consiglio comunale di San Giovanni a discutere la mozione presentata dai consiglieri Francesco Carbini dei Riformisti e Lorenzo Martellini e Antonino Pia di Per un'altra San Giovanni.

Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...