30.12.2015  15:25

Gioco d'azzardo, mozione approvata anche a Loro Ciuffenna e Laterina. A gennaio la presentazione a Castelfranco Piandiscò

di Federica Crini
Si delinea il quadro per il Valdarno aretino con l'approvazione del documento anche a Laterina e Loro Ciuffenna, poi a gennaio sarà il turno di Castelfranco Piandiscò. Mobilitazione al rallentatore invece in Valdarno fiorentino, dove nei tre comuni slitta ad anno nuovo


La mozione contro la diffusione del gioco d’azzardo è stata presentata e approvata anche nei consigli comunali di Laterina e Loro Ciuffenna. Nel primo caso è passata con il voto unanime dei consiglieri di maggioranza e opposizione: il documento è stato illustrato dal consigliere Giacomo Severi che ha presentato anche i numeri relativi al comune di Laterina con 18 apparecchi presenti in alcuni locali del territorio per un giro di scommesse e giocate pari a circa 775.000 euro solo per il primo semestre del 2015.
 
A Loro Ciuffenna la mozione ha ottenuto il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Parolai della lista di opposizione Percorso Comune Lorese. Astenuti Danilo Baldi e Lucrezia Tarquini del gruppo di minoranza Insieme per il comune: “Il documento è inutile, perché rimane comunque la possibilità per lo Stato di gestire il fenomeno e di lasciar giocare, mentre il gioco d’azzardo dovrebbe essere vietato”. I dati sul territorio comunale di Loro, illustrati nella seduta, parlano di 19 apparecchi presenti per un giro d’incassi di un milione e 300mila euro per i primi sei mesi di quest’anno.
 
Per quanto riguarda il Valdarno aretino, quasi tutti i consigli comunali hanno ormai dato il proprio via libera al documento nelle ultime settimane: Montevarchi, Cavriglia, Pergine, Laterina e Terranuova all’unanimità, mentre Bucine, Loro Ciuffenna e San Giovanni con il voto favorevole della maggioranza dei presenti al momento della votazione. All’appello manca solo Castelfranco Piandiscò che la presenterà nella prossima seduta di gennaio.
 
Sul fronte del Valdarno fiorentino, invece, i lavori sono più indietro: i consigli comunali delle amministrazioni di Figline Incisa, Rignano e Reggello ancora non hanno discusso la mozione, che sarà presentata probabilmente nelle prossime sedute del nuovo anno.

 

Politica / Economia / Sociale

 
comments powered by Disqus