29.06.2017  12:45

Ganghereto: via ai lavori per il ripristino interno della chiesa. La 'manodopera' arriva dalla Francia

di Monica Campani
Dopo l'inizio del restauro del gruppo in terracotta policroma della chiesa di San Niccolò stanno per partire quelli per il muro dell'abside. L'opera sarà realizzata dalla scuola edile di Arezzo e da giovani di una scuola francese. Servono ancora fondi


commenti

Data della notizia:  29.06.2017  12:45

Scatta la seconda fase del progetto "Salviamo il gruppo di terracotta policroma della Chiesa di San Niccolò a Ganghereto": dopo l'inizio del restauro delle statue grazie ai 10.000 euro donati dall'Opificio delle pietre dure di Firenze adesso si apre il cantiere per il ripristino del muro dell'abside della chiesa. L'opera sarà realizzata grazie alla Scuola edile di Arezzo e al suo partner francesce che ha accompagnato a Terranuova dieci giovani ai quali spetterà, a titolo gratuito, il compito di fare gli interventi. 

Soddisfatta la curatrice di "Salviamo il gruppo di terracotta policroma della Chiesa di San Niccolò a Ganghereto", Paola Francioni.

"Siamo nella fase del recupero degli interni. Quando le statue saranno ricollocate non ci saranno più le condizioni sfavorevoli che hanno portato al loro deteriorarsi. Il progetto è stato portato avanti in collaborazione tra 'Salviamo Gnghereto', la scuola di formazione edile di Arezzo e l'amministrazione comunale di Terranuova".

 

Spiega il lavoro che verrà effettuato Andrea Bigazzi, direttore scuola edile di Arezzo. "Stiamo partecipando al recupero del gruppo scultoreo. Noi recupereremo il muro dell'abside. Per questo abbiamo coinvolto un nostro partner francese. Alcuni rappresentanti della scuola hanno accompagnato dieci ragazzi, giovani ma con esperienza del settore. Il cantiere sta diventando il cantiere della città".

 

Per poter continuare i restauri, però, sono necessari ancora fondi. Chiunque può contribuire effettuando una donazione presso la filiale della Banca del Valdarno di Terranuova tramite un bonifico intestato a Salviamo Ganghereto, Iban IT 30L0881171660000000201093 oppure partecipando alle varie iniziative. Per informazioni: www.salviamoganghereto.com o sul profilo facebook.

Cultura

 
comments powered by Disqus