09.11.2018  18:55

Franto il primo "Oro verde della Valdambra", oltre 5 quintali donati dai coltivatori. Il ringraziamento del comune

di Glenda Venturini
Ottenuti, con questa prima frangitura, 73 chili di extravergine della Valdambra: è il risultato concreto delle donazioni da parte degli olivicoltori nell'ambito del progetto Olionostrum. "Grazie a tutti per la collaborazione", dice l'assessore Benini


commenti

Data della notizia:  09.11.2018  18:55

È nato il primo Olionostrum, il primo Oro verde della Valdambra: 73 chili di extravergine, ottenuti dalla spremitura di oltre cinque quintali di olive, per la precisione 565 chili, consegnati e donati al comune dagli olivicoltori del territorio di Bucine che hanno risposto all'appello del Comune. 

"L'Oro verde della Valdambra è l'olio patrimonio di un territorio e della sua comunità - commenta l'Assessore alla Promozione del Territorio Nicola Benini - Olionostrum è il frutto di un patto fra gli olivicoltori della Valdambra e l'amministrazione comunale di Bucine a difesa del territorio, del paesaggio, della biodiversità olivicola e di un olio di eccellente qualità".

"Grazie al contributo di tutti, i privati e le aziende che partecipando all'iniziativa hanno  scelto di stare dalla parte dell'olivicoltura della Valdambra, di promuovere e valorizzare un'eccellenza del territorio qual'è l'olio extra vergine di oliva. Un grazie particolare - continua l'Assessore - alle aziende aderenti ad Olionostrum, progetto fondamentale affinché gli olivi e l'olio possano continuare ad essere caratteri identitari della Valdambra". 

L'olio ottenuto da questa prima frangitura sarà imbottigliato in confezioni da 250 ml, etichettato con il marchio Olionostrum ed utilizzato  esclusivamente a scopi promozionali. Primo appuntamento per assaggiare e degustare l'Oro Verde della Valdambra sarà domenica, 11 novembre, a Badia Agnano, in occasione della 1° Festa dell'Olio della Valdambra.

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Toscana per un importo di 286.000 euro e prevede la realizzazione di un frantoio di nuova generazione, che valorizzerà al massimo le caratteristiche dell'olio della Valdambra, la realizzazione di un corso di formazione per tutte le aziende interessate e una forte azione di promozione e comunicazione per la valorizzazione del prodotto.

 

Economia / Cultura

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Julian Carax
Un.Dici
“Vorrei scrivere qualcosa di poco banale sull’ultima fati...
Roberto Riviello
Controcorrente
L’approssimarsi delle elezioni europee ha riacceso ...