15.05.2017  14:46

Finestrino si incrina su un treno regionale, forse per una sassata. Stop forzato alla stazione di Rignano

di Glenda Venturini
È accaduto a bordo del regionale lento 11804, diretto dal Valdarno verso Firenze. I viaggiatori che si trovavano nel vagone hanno riferito di aver sentito un forte rumore, poi i segni dei frantumi sul finestrino. Alla stazione di Rignano i controlli, i passeggeri sono stati spostati in un altro vagone. Il treno è ripartito dopo circa venti minuti


commenti

Data della notizia:  15.05.2017  14:46

Un botto e poi un finestrino che si incrina, a bordo del Treno regionale lento 11804 che, dopo le 13, collega le stazioni del Valdarno a Firenze. I passeggeri che erano a bordo di quella carrozza raccontano di aver sentito un rumore forte, improvviso, come un botto appunto: "Forse un sasso, che ha colpito il vetro. Poi ci siamo girati e abbiamo visto il finestrino tutto incrinato. Meno male che i pezzi non sono caduti, eravamo seduti lì sotto". 

Segnalato il problema al personale di Trenitalia, il regionale è stato fermato in stazione a Rignano per tutti i controlli del caso. Circa venti minuti, durante i quali tutti i passeggeri che erano a bordo di quella carrozza sono stati invitati a spostarsi nelle altre, per ragioni di sicurezza. Alla fine il treno è ripartito poco prima delle 14, in direzione Firenze, dove si è fermato a Campo di Marte senza proseguire oltre. 

La comunicazione ufficiale di Trenitalia su quanto avvenuto parla proprio di danneggiamenti dall'esterno: "A causa dell'incauto comportamento di estranei nei pressi della sede ferroviaria che provocava il danneggiamento di un vetro del locomotore del treno 11804 (Montevarchi - Prato C.le) provocandone un ritardo in partenza dalla stazione di Rignano sull'Arno di 20', il treno 11804 è cancellato nella tratta finale Firenze CM - Prato C.le. E il treno 11801 è origine da Firenze CM (materiale corrispondente), cancellato nella tratta iniziale Prato C.le - Firenze CM". 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE