13.12.2019  13:28

È nata ufficialmente la cooperativa di ex lavoratori Bekaert: nove soci fondatori danno vita a “Steel Coop Valdarno”

di Glenda Venturini
Questa mattina la firma che ufficializza la nascita della Cooperativa. Sono 9 i soci fondatori, membri del Comitato promotore. Il presidente sarà Daniele Righi


I nove soci fondatori e Olmo Gazzarri di Legacoop

È nata la cooperativa “Steel Coop Valdarno”, fondata con l'obiettivo di rilevare il sito Bekaert di Figline. Sono nove i soci fondatori, tutti ex lavoratori Bekaert e membri del comitato promotore che si è costituito nel maggio scorso per portare avanti il progetto della cooperativa. Oggi si sono riuniti davanti al notaio per firmare l’atto costitutivo e approvare lo statuto della cooperativa, in forma di spa.

Il consiglio di amministrazione sarà formato da 3 membri e il presidente sarà Daniele Righi. Legacoop Toscana ha accompagnato la nascita della nuova cooperativa verificando gli aspetti di fattibilità e seguendo gli aspetti formali e burocratici legati alla costituzione. 

“In questi mesi  - ha spiegato Olmo Gazzarri di Legacoop Toscana - abbiamo portato avanti il mandato che ci è stato dato dal Comitato promotore, cercando di valutare al meglio la sostenibilità del progetto. Questa prima fase giunge a compimento con l’atto di questa mattina, i lavoratori hanno dimostrato la loro volontà con i fatti, impegnandosi in prima persona a diventare imprenditori. Noi continueremo a sostenerli per quanto nelle nostre possibilità, sia supportandoli negli aspetti normativi e mutualistici legati alla cooperativa, sia impegnandoci a coinvolgere quando sarà il momento gli strumenti finanziari della cooperazione”.

La cooperativa invierà il piano industriale redatto dal professor Gianni Tarozzi, il consulente incaricato da Legacoop Toscana, a Sernet, l’advisor incaricato per la reindustrializzazione dello stabilimento, e lunedì 16 dicembre lo presenterà al Ministero per lo Sviluppo Economico. Secondo le anticipazioni dei giorni scorsi, la cooperativa intende proseguire la produzione di cordicella per gli pneumatici, con una quantità a regime stimata in 12mila tonnellate l'anno. 

Economia

 
comments powered by Disqus