20.05.2017  00:15

Dopo Pergine anche Terranuova approva all'unanimità il "Regolamento per il gioco lecito"

di Monica Campani
Il consiglio comunale ha dato il via libera al Regolamento. Tutti d'accordo: maggioranza e opposizione


Dopo Pergine anche Terranuova ha approvato all'unanimità il "Regolamento per il gioco lecito" presentato dalla responsabile del progetto Ludopatie di Anci Toscana, Simona Neri, sindaco di Pergine, insieme ad Alessandro Golin, funzionario SUEAP del comune di Prato, la prima amministrazione comunale ad approvarlo. La stessa associazione nazionale comuni italiani ha auspicato l'approvazione in tutti i consigli comunali.

Il Comune di Pergine e di Terranuova l'hanno approvato all'unanimità, quello di Montevarchi con una mozione si è detto disponibile a farlo dopo i vari passaggi burocratici.

Il consiglio comunale di Terranuova dunque compatto ha detto 'si' al Regolamento. A presentarlo è stata l'assessore Caterina Barbuti: ha sottolineato che il consiglio si è già mosso in questo settore con l'approvazione all'unanimità della modfica al regolamento degli immobili che impedisce l'installazione di slot machine in strutture di proprietà comunale.

Il Regolamento per il gioco lecito prevede l'individuazione di luoghi sensibili dai quali mantenere la distanza di 500 metri per l'apertura di centri di scommesse e di spazi per il gioco con vincita in denaro: non solo scuole, ospedali, biblioteche, ambulatori, centri di primo soccorso, musei, sportelli bancari, agenzie compro - oro o di prestiti, ma anche aree verdi e giardini pubblici. Vietata anche la pubblicità di prodotti di gioco pubblico nell’ambito del territorio comunale.

"Questo deve essere un primo passo - ha dichiarato Caterina Barbuti - il Regolamento deve essere affiancato da un'opera di sensibilizzazione verso i locali che ospitano le Slot".

 

 

Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus