24.03.2018  18:24

Distretto sanitario unico del Valdarno, respinta mozione di Grasso. Insorgono le opposizioni

di Glenda Venturini
In Consiglio comunale la maggioranza ha votato contro alla mozione del capogruppo di Montevarchi Democratica, che chiedeva al sindaco di impegnarsi per la costituzione del Distretto sanitario unico del Valdarno. Chiassai ha ribadito come quella sia stata già un'occasione persa, e che ora l'obiettivo è ottenere il riconoscimento di primo livello per la Gruccia. L'attacco delle opposizioni


commenti

Data della notizia:  24.03.2018  18:24

La sanità ancora una volta al centro del confronto politico in Consiglio comunale a Montevarchi, con maggioranza e opposizioni su due fronti contrapposti. A riaprire il dibattito è stata la mozione presentata dal capogruppo di Montevarchi Democratica, Francesco Maria Grasso, che impegnava sindaco e giunta "a riconfermare e far votare in Conferenza dei Sindaci l'obiettivo del Distretto sanitario unico del Valdarno Superiore". 

Ma la mozione è stata respinta con i voti contrari della maggioranza. Il sindaco Silvia Chiassai Martini ha ribadito, come aveva già sottolineato anche in passato, che l'occasione del Distretto unico fra Valdarno aretino e fiorentino sia stata un'occasione persa negli scorsi anni, e che ora la battaglia da portare avanti è per ottenere la classificazione di primo livello per il Santa Maria alla Gruccia. La stessa Regione Toscana, in sede di revisione del Piano sanitario, dovrà tenere conto di un indirizzo votato dal Consiglio regionale che chiede di rivedere la classificazione per gli ospedali di 'confine' fra due Asl diverse, come appunto è l'Ospedale del Valdarno. 

Le opposizioni hanno però criticato duramente il voto contrario della maggioranza. "Hanno votato contro questa mozione presentata in Consiglio comunale da Montevarchi Democratica a favore del distretto sanitario unico del Valdarno superiore - è stato il commento di Grasso - ecco il vero volto del centro destra. Aprite gli occhi cari concittadini che oltre la propaganda questa maggioranza e questo sindaco stanno facendo del male a Montevarchi ed al Valdarno, a favore degli ospedali già di primo livello dell'Asl Toscana Sud che, se non sbaglio nella nostra provincia, è quello di Arezzo". 

"Il Sindaco - è invece la presa di posizione dei consiglieri Ricci e Camiciottoli di Avanti Montevarchi - ha detto che il distretto unico del Valdarno non è un obiettivo ma solo un mezzo (eventuale) per arrivare ad ottenere il riconoscimento di ospedale di 1° livello. Si tratta dell’ennesima generica affermazione priva di contenuti di merito e di strategia politica visto che la legge che stabilisce in 150.000 il numero degli abitanti dell’ambito per ottenere questo riconoscimento è tutt’ora vigente. Secondo noi il distretto unico del Valdarno è un obiettivo politico fondamentale per il mantenimento dei servizi sanitari e socio-sanitari di 1° livello. Rimanere solo nell’ambito dell’Area Vasta, come ipotizzato da Chiassai Martini, significa che l’ospedale di 1° livello di riferimento per il Valdarno diventa il San Donato di Arezzo. Che sia proprio questo  l’obiettivo da raggiungere per la Sindaco? Per noi, invece, il Valdarno unito è una priorità ed una prospettiva politica da perseguire con attenzione e con costanz". 

 

Politica

 
comments powered by Disqus