10.10.2017  15:00

Discarica di Tegolaia, M5S ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica

di Monica Campani
Dopo le segnalazioni ad Arpat, Protezione civile e Forestale il Movimento 5 Stelle di Cavriglia ha presentato un esposto e attivato il proprio portavoce alla Camera e membro della Commissione ambiente per trovare un soluzione al problema delle discariche dismesse


commenti

Data della notizia:  10.10.2017  15:00

Torna a parlare della discarica di Tegolaia il Movimento 5 Stelle di Cavriglia: poco tempo fa infatti ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e per conoscenza al Noe dei carabinieri. Attivato anche il portavoce alla Camere e membro della Commissione ambiente, Alberto Zolezzi, che ha presentato una proposta di legge per facilitare la bonifica delle discariche dismesse.

Nel sito di 6.000 mq dal 1973 al 1989 sono stati conferiti 480mila metricubi di rifiuti dal Valdarno aretino e fiorentino. L'ex discarica è stata al centro di interrogazioni presentate dal Movimento 5 Stelle nel consiglio comunale di Cavriglia e di una conferenza stampa in Regione.

Adesso i consiglieri pentastellati di Cavriglia intervengono di nuovo:  "Il problema principale è la sua copertura che è inadeguata, l’acqua piovana che permea i rifiuti si carica di inquinanti che fuoriescono a valle della stessa. Altro problema è dato dall’assenza di una recinzione, questo fa si che gli animali si cibano e pascolano sul terreno a pochi centimetri dai rifiuti sottostanti. Tutto questo differentemente da quanto affermato dai documenti ufficiali dell’amministrazione comunale".

"Dopo varie indagini conoscitive abbiamo interrogato le amministrazioni sia comunali che regionali tramite i nostri portavoce 5 stelle e spedito la relazione/esposto ad Arpat, Protezione Civile e Forestale. L’amministrazione ha ovviato al problema principale incanalando il percolato inquinato che poi si disperde nel terreno più a valle".

Da qui la decisione di presentare un esposto alla Procura della Repubblica e per conoscenza al Noe dei carabinieri. Ma non solo: "Aspettando gli esiti delle indagini ci siamo attivati anche cercando una soluzione, tramite il nostro portavoce alla Camera e membro della Commissione ambiente Alberto Zolezzi, con una proposta di legge per agevolare la bonifica delle discariche dismesse prima del decreto legislativo 36/2003 che ordinava ai gestori di accantonare un fondo per la gestione post mortem delle discariche. Purtroppo in Italia abbiamo 188 discariche abusive e un centinaio di discariche dismesse e per questo noi tutti paghiamo ogni anno una penale per infrazione alla comunità europea di 80 milioni di euro".

 

 

 

Politica

 
comments powered by Disqus