25.05.2019  14:32

Dare vita a un "Distretto della moda" locale: l'idea rilanciata dalla “Italiana Accessori” di Montevarchi

di Glenda Venturini
L'azienda, che ha da poco rilevato lo stabile ex Cam di Montevarchi, ospiterà nei prossimi giorni l'annuale "Open house", e ha colto l'invito di Cna e Comune per coinvolgere altre aziende del comparto, rilanciando così la proposta di creare un vero e proprio Distretto


commenti

Data della notizia:  25.05.2019  14:32

Si torna a parlare dell'ipotesi di costituire un Distretto della moda in Valdarno e in provincia di Arezzo. A rilanciare la proposta, ora, è l’azienda “Italiana Accessori” di Montevarchi, azienda specializzata nella decorazione con cristalli e minuterie metalliche di tomaie, pelletteria e abbigliamento, e che lavora conto terzi per decorare prodotti di grandi firme. L'azienda, che si prepara al suo annuale “Open House” organizzato con il partner Sagitta Vigevano, ha recentemente rilevato lo stabilimeto ex Cam di Montevarchi. 

In occasione della X edizione dell’evento 'Open House', in programma il 29, 30 e 31 maggio, Italiana Accessori ha deciso di fare un passo in più, raccogliendo l’input della Cna di Arezzo e del Comune di Montevarchi: coinvolgere altre aziende del comparto moda della provincia di Arezzo per presentarsi tutti insieme, come team, ai rappresentanti dei grandi marchi ospiti della manifestazione. Ciò avverrà nel momento clou della tre giorni, la sfilata di moda del 30 maggio.

Parteciperanno al Fashion Show una decina di aziende tra abbigliamento, calzature, pelletteria e accessori, in rappresentanza della migliore manifattura aretina. Per loro sarà l’occasione per far conoscere ad una vasta platea di addetti ai lavori, i modelli di punta della propria produzione. Creazioni di altissimo livello, frutto di passione e ricerca, di capacità imprenditoriali oltre che del savoir faire di centinaia di lavoratori.

"La nuova proposta dell’edizione 2019 dell’Open House di Italiana Accessori vuole essere un’opportunità di riflessione per l’imprenditoria locale - spiegano dall'azienda - l’inizio di un percorso di crescita comune con la speranza di gettare le basi per punto di incontro annuale aperto a un numero sempre maggiore di aziende locali. Con l’intento di dare forma a un vero distretto della moda della provincia di Arezzo indispensabile per sviluppare sinergie e nuove relazioni con i grandi marchi". 

 

 

Economia

 
comments powered by Disqus