12.02.2019  16:28

Cresce San Giovanni e il Coordinamento incontrano i cittadini sul centro storico

di Monica Campani
L'incontro si terrà venerdì 15 febbraio alle 21.15 nella sala della musica di San Giovanni


commenti

Data della notizia:  12.02.2019  16:28

Il gruppo consiliare Cresce Sn Giovanni e il Coordinamento delle Liste civiche hanno organizzato un incontro con i cittadini, i commercianti e gli artigiani, incentrato sul centro storico. L'iniziativa si terrà venerdì 15 febbraio alle 21.15 nella sala della musica di San Giovanni.

"L’obiettivo è quello di confrontarsi con la cittadinanza su alcune questioni ritenute fondamentali dalle liste civiche e che già da diverso tempo sono oggetto di proposte per il rilancio del centro storico: da una nuova illuminazione ai cassonetti a scomparsa, dagli aiuti a fondo perduto a chi apre nuove attività vincolate a nuova occupazione e prodotti tipici, fino ai “contenitori “, quali Palazzo d’Arnolfo, Casa natale di Masaccio, Palazzo Corboli, Casa Giovanni da San Giovanni, Palazzaccio e ai loro costi di gestione anche alla luce del termine dei lavori al Teatro Bucci e all'ex Casa del fascio. Oltre a una revisione della ztl e del sistema dei parcheggi come già richiesto in un consiglio comunale straordinario e aperto al pubblico da noi promosso con oltre mille firme qualche tempo fa".

"Immediata revisione del regolamento urbanistico riguardo la scellerata previsione dell’area commerciale in zona nord che svuoterebbe il centro storico. Su Borgo Arnolfo il nostro pensiero è chiaro: auspichiamo che si faccia avanti qualche investitore che acquisisca l’ intera area ex ospedale Alberti, così da rivedere il progetto e poter essere occasione di rilancio e sviluppo; chi ancora sostiene l’abbattimento di ciò che è già stato costruito a spese del comune dovrebbe dire con quali risorse altrimenti è un irresponsabile. A meno che non si voglia tassare ulteriormente i cittadini; noi naturalmente siamo nettamente contrari. Oltre a questo dobbiamo anche avere il coraggio di affrontare la questione delle aree “ferriera“ che si affacciano su piazza Matteotti e che sono parzialmente inutilizzate da troppi anni: preservare l’occupazione e rilanciare il sito industriale ma porsi anche il problema di riconvertire alcuni locali che potrebbero ( insieme alla ristrutturazione di alcuni locali della stazione ferroviaria) ridisegnare il centro cittadino e attrarre nuovi investimenti. Insieme a tutto ciò le nostre proposte per una nuova stagione di sviluppo agganciata all’arte e al turismo che preveda eventi di carattere nazionale e il lancio del 'brand Masaccio' “ .

Politica

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Chi avrebbe mai pensato che una statua raffigurante Gabri...