18.05.2020  15:49

Covid-19, mercati di Figline, Incisa e Matassino: dal 26 maggio via libera anche per i banchi non alimentari

di Monica Campani
Da domani il vicesindaco Buoncompagni incontrerà i rappresentanti e le associazioni di categoria, per confrontarsi sulle misure anti-Covid 19. Intanto, martedì 19 e venerdì 22 si mantiene la nuova conformazione e si apre alla vendita al dettaglio di fiori, piante, semi e fertilizzanti


commenti

Leggi gli Speciali:  Covid-19: tutte le informazioni

Data della notizia:  18.05.2020  15:49

Da martedì 26 maggio i mercati di Figline, Incisa e Matassino potranno tornare alla quasi normalità: oltre, infatti, ai banchi alimentari e di fiori e piante, saranno presenti anche tutti gli altri.

 

“L’apertura limitata ai soli banchi alimentari e del settore agricolo – spiega il vicesindaco Buoncompagni, con delega al Commercio – resterà valida solo per questa settimana, in modo da sfruttare i prossimi giorni per confrontarci con le associazioni di categoria e con i rappresentanti degli operatori del settore non alimentare, per i quali abbiamo previsto la ripartenza delle attività dal 26 maggio.  Infatti, avendo ora chiaro il quadro di riferimento normativo dato dal DPCM e dall’Ordinanza regionale, saremo in grado di strutturare proposte concrete per un nuovo assetto dei mercati di Figline, Incisa e Matassino, nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19”.

Dopo un primo incontro preliminare, che si è tenuto in videoconferenza venerdì tra il vicesindaco Buoncompagni e una rappresentanza degli operatori di Figline e che sarà replicato in settimana alla luce delle nuove disposizioni nazionali e regionali, domani se ne terrà uno anche con quelli di Incisa e Matassino, per una prima condivisione di idee e di ipotesi organizzative.

“Intanto – prosegue il vicesindaco Buoncompagni -  se venerdì a Incisa e a Matassino non sarà necessario contingentare gli ingressi perché, come abbiamo potuto appurare la scorsa settimana, lo spazio a disposizione consente di per sé di garantire flussi regolari e nessun rischio di assembramento, in piazza della Libertà a Figline l’area continuerà ad essere perimetrata e gli accessi regolamentati dai volontari del sistema di Protezione civile”.

Sarà ancora obbligatorio, sia per i clienti sia per i venditori, l’uso di guanti monouso e di mascherine (che coprano sia naso che bocca), il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro (si consiglia di mantenere 1,8 m, se possibile) e la permanenza nell’area dovrà limitarsi al tempo strettamente necessario agli acquisti. La merce, inoltre, non sarà consegnata a mano, ma dovrà essere appoggiata sul banco dall’esercente e prelevata autonomamente dal cliente. Inoltre, l’ingresso all’area mercato sarà consentito ad un solo componente di ogni nucleo familiare (resta consentita invece la presenza di bambini e di un accompagnatore per le persone non autosufficienti).

 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
È vero, per quanto possiamo indignarci, a noi uomini bian...
Roberto Riviello
Controcorrente
Quarant’anni fa, a Milano, moriva ammazzato Walter ...