05.05.2020  17:49

Covid-19, 27mila persone hanno viaggiato sui treni regionali. Tanti passeggeri nella tratta Arezzo-Valdarno-Firenze

di Monica Campani
Il riempimento medio dei convogli è stato di circa il 15% dei posti a sedere disponibili. La nuova offerta, concordata con la Regione committente del servizio, garantisce il 20% in più dei treni previsti nella Fase 1


commenti

Leggi gli Speciali:  Covid-19: tutte le informazioni

Data della notizia:  05.05.2020  17:49

Sono state oltre 27mila le persone che hanno viaggiato ieri, all'apertura della Fase2,  sui 360 treni regionali della Toscana di Trenitalia. Il riempimento medio dei convogli è stato di circa il 15% dei posti a sedere disponibili. La nuova offerta, concordata con la Regione committente del servizio, garantisce il 20% in più dei treni previsti nella Fase 1.

A registrare il maggior incremento di passeggeri sono stati i treni in fascia pendolare, in particolare sulle direttrici Arezzo-Valdarno-Firenze, Pisa-Empoli-Firenze e Pistoia-Prato-Firenze dove comunque l’occupazione massima dei posti a sedere disponibili non ha superato il 25%.

"Sulla flotta di Trenitalia è in corso l’allestimento di marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per la salita e la discesa dei viaggiatori e le indicazioni a terra per indicare ai passeggeri l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri. Disponibili a bordo già dalla Fase 1 i dispenser con liquido igienizzante per le mani. Potenziate infine le attività di sanificazione e igienizzazione su tutta la flotta".

Il Gruppo FS Italiane ricorda che tutti i passeggeri devono: "indossare sempre la mascherina protettiva; essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni; essere collaborativi a bordo treno con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi; essere collaborativi in stazione con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi".

 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Quarant’anni fa, a Milano, moriva ammazzato Walter ...
Julian Carax
Un.Dici
È vero, per quanto possiamo indignarci, a noi uomini bian...