04.07.2020  19:17

Consegnato il nuovo defibrillatore a Vallombrosa, vicino al Pratone

di Monica Campani
Presenti rappresentanti del Calcit del Valdarno fiorentino e gli assessori del Comune di Reggello Piero Giunti, Adele Bartolini, Giacomo Banchetti e Priscilla Del Sala


commenti

Data della notizia:  04.07.2020  19:17

E' stato consegnato nel pomeriggio il nuovo defibrillatore automatico adulto e pediatrico donato dal Calcit del Valdarno fiorentino e installato a Vallombrosa allo Chalet della Vecchia Cantinetta. Presenti alla cerimonia il vicepresidente del Calcit Valdarno Fiorentino, Mario Bonaccini, e gli assessori del Comune di Reggello, Piero Giunti, Adele Bartolini, Giacomo Banchetti e Priscilla Del Sala.

Mario Bonaccini, vicepresidente dell’associazione valdarnese: “Questa donazione fa parte di un progetto voluto fortemente dalla nostra associazione che ci ha permesso di mettere diversi defibrillatori in molte zone del valdarno fiorentino. Siccome Vallombrosa è una località dove c’è sempre tanta gente, sebbene sia già in parte cardioprotetta, abbiamo ritenuto opportuno garantire maggiore sicurezza per la zona e per questo oggi siamo qui a inaugurare il trentunesimo defibrillatore. Colgo l’occasione per ringraziare la popolazione che ci aiuta a tenere in piedi il DH oncologico del Serristori, un presidio ospedaliero di un’importanza fondamentale per la nostra comunità. Stiamo lottando affinché possa tornare ad essere un’ospedale a pieno regime. Il nostro gesto di consegnare questo strumento all’amministrazione comunale reggellese rappresenta il segnale per dire che noi ci siamo, vogliamo dare un contributo alla popolazione e sostenere chi soffre, inoltre, vogliamo rimarcare l’importanza della prevenzione e di un corretto stile di vita”.

Benedetta Pasquini, Calcit Valdarno fiorenitno: “Oltre a installare i defibrillatori, ci occupiamo anche dell’organizzazione dei corsi per il loro utilizzo, purtroppo ci siamo dovuti fermare per la pandemia ma ci stiamo riorganizzando per preparare queste occasioni di formazione, a titolo assolutamente gratuito grazie al prezioso aiuto della Misericordia, della Croce Rossa e della Croce Azzurra. Questo defibrillatore è arrivato per merito della Fondazione CR Firenze che ha aderito al “Progetto Vita”, un progetto che dura da ben 4 anni e che ci sta dando delle grandi soddisfazioni”.

Il vicesindaco di Reggello, Piero Giunti, ha voluto ringraziare il Calcit Valdarno fiorentino: “E’ lodevole l’attenzione che state ponendo nel tema della prevenzione e della sicurezza dei cittadini, ciò sta a dimostrare che la salute è qualcosa che va tutelata a 360 gradi. L’amministrazione comunale vuole ringraziare anche i gestori dello Chalet per la disponibilità a tenere l’apparecchio. Questo è un luogo centrale, strategico, funzionale per le migliaia di persone che in estate sono soliti frequentare la nostra montagna e si aggiunge con grande piacere ai dispositivi già presenti sul territorio”.

Sociale

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a provare una ...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
PERDERE DI VISTA IL SENSO DELLA VITA PUR DI SOPRAVVIVERE ...