08.02.2015  12:00

Chiusa l'annualità del servizio Ecco Fatto, per riaprire si attendono i nuovi giovani del servizio civile

di Glenda Venturini
Essendo legato al servizio civile regionale, il servizio è momentaneamente sospeso in attesa dell'incarico ai nuovi volontari che si occuperanno degli uffici Ecco Fatto. In Valdarno sono a Pietraviva, San Donato in Collina, Montegonzi, e Faella. Un altro aprirà forse a Vallombrosa


commenti

Data della notizia:  08.02.2015  12:00

Sono stati consegnati nei giorni scorsi, ai giovani del Servizio civile regionale impegnati negli sportelli Ecco Fatto, gli attestati che certificano lo svolgimento del servizio civile nei Comuni partner di Ecco Fatto e Bottega della Salute. Si chiude così l'annualità 2014-2015 di questo servizio.

Gli sportelli, che offrono serivi di prossimità ai cittadini nelle frazioni più svantaggiate, in particolare quelle che negli ultimi anni hanno perso l'ufficio postale, sono infatti gestiti da giovani che partecipano al Servizio civile regionale. Un progetto nato da un'idea di Uncem Toscana e sviluppato in collaborazione con Regione e Anci.

Per questo anche in Valdarno le attività degli uffici Ecco Fatto sono temporaneamente sospese. Gli uffici di Pietraviva (Bucine) San Donato in Collina (Rignano), Montegonzi (Cavriglia) e Faella (Castelfranco Piandiscò), riapriranno non appena saranno ufficialmente incaricati i nuovi giovani. E Uncem ha annunciato che a breve ci sarà la partenza dei giovani civilisti, già selezionati, che saranno chiamati a gestire gli Sportelli per l’annualità 2015-2016. 

La nuova annualità dovrebbe coincidere, in Valdarno, con l'apertura di un nuovo sportello Ecco Fatto: è stato individuato nel comune di Reggello, e dovrebbe aprire a Vallombrosa o al Saltino. Consentendo così un presidio di servizi al cittadino anche in queste frazioni montane. 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...