13.07.2017  09:11

Castello di Sammezzano, M5S: "Lo Stato eserciti il diritto di prelazione". Presentata mozione in consiglio

di Eugenio Bini
"Il Ministero eserciti il diritto di prelazione e garantisca la fruibilità pubblica". E' quanto torna a chiedere il Movimento 5 Stelle per il Castello di Sammezzano. Presentata una mozione in consiglio comunale.


commenti

Data della notizia:  13.07.2017  09:11

Dopo l’annullamento della vendita decretato dal Tribunale di Firenze, il Movimento 5 Stelle presenta una mozione urgente in consiglio comunale a Reggello sul Castello di Sammezzano.

Il giudice ordinario del Tribunale di Firenze ha accolto il ricorso presentato dalla società Kairos contro la vendita all'asta del Castello di Sammezzano e ha annullato la vendita, che era stata aggiudicata ad una società araba di Dubai: la Helitrope Limited.

“Lo Stato – ricorda il capogruppo del M5S, Roberto Grandis - può esercitare il diritto di prelazione dei beni nel termine di sessanta giorni dalla ricezione della denuncia dell'atto di trasferimento prevista dall'art. 59 del codice dei beni culturali ovvero entro centottanta giorni se essa è presentata tardivamente o risulti incompleta (art.61, c.2)”. Grandis ricorda che “sono state presentate nuove mozioni e interpellanze sia in  Regione, Camera dei Deputati e Senato”.

Per questo l’esponente reggellese ha presentato un nuovo atto con il quale vuole impegnare il sindaco e la giunta di Reggello “a mettere in campo ogni iniziativa tesa a sollecitare il Ministero ad esercitare il diritto di prelazione sul bene affinché il Castello di Sammezzano diventi patrimonio pubblico”. Ma anche “ad intraprendere ogni ulteriore iniziativa affinché venga garantita la fruibilità pubblica del Castello”.

Cronaca / Politica / Cultura

 
comments powered by Disqus