21.07.2017  14:40

Caso scuole, passa all'unanimità la mozione della Lista civica: c'è l'impegno istituzionale a riportare le scuole a Faella

di Glenda Venturini
Con un emendamento della maggioranza, la mozione presentata dai consiglieri della Lista civica trova il favore unanime. Tra gli impegni, quello più importante è a "riportare gli alunni nella scuola di Faella una volta completata la ristrutturazione": la rassicurazione più volte richiesta dalla frazione


commenti

Data della notizia:  21.07.2017  14:40

Via libera all'unanimità alla mozione della Lista civica che, sostanzialmente, mette la parola fine alla questione delle scuole di Faella. Il documento proposto dai consiglieri Morbidelli, Grassi e e Benedetti ha trovato il favore di tutte le forze di maggioranza e opposizione, con l'assenso alla proposta da parte del M5S (la consigliera era assente, ha inviato una comunicazione) mentre il Pd ha proposto di emendare il testo togliendo le rigide scadenze temporali inserite dalla Lista Civica, lasciando un margine alla Giunta per affrontare tutta la materia.

Il consiglio comunale, dunque, ha impegnato il Sindaco e la Giunta a "procedere con urgenza alla remissione in sicurezza dell’edificio che ospita la scuola Elementare di Faella secondo i progetti che saranno necessari e nei tempi più celeri possibile", e per effettuare questi lavori, anche a "trasferire gli alunni della scuola media di Faella in altri edifici scolastici del comune (Castelfranco e Piandiscò) per consentire agli alunni delle scuole elementari della frazione (più numerosi e più piccoli) di rimanere nell’edificio scuole medie di Faella". 

Fissato anche l'impegno ad "attivarsi presso gli enti scolastici affinché i ragazzi trasferiti provvisoriamente siano tenuti in una unica sezione, affinché il disagio delle famiglie e dei ragazzi risulti più contenuto" e, soprattutto, "a ristrasferire gli alunni nella scuola di Faella una volta completata la ristrutturazione". Era questa la richiesta più pressante che è sempre arrivata dalla frazione, dove le famiglie temevano che potesse chiudere per sempre il plesso delle scuole medie. 

Soddisfazione per l'accordo è stata espressa da tutti i gruppi consiliari; per quanto riguarda l'emendamento relativo alle scadenze, il capogruppo Morbidelli, concordando sulla modificha, ha sottolineato che "la omissione delle scadenze non esimerà nessuno dalle responsabilità che con questo atto vengono messe in evidenza". 

 

Politica / Cultura

 
comments powered by Disqus