30.07.2016  15:30

Canile sanitario: a distanza di oltre nove mesi le attività non sono a regime

di Monica Campani
La struttura è stata inaugurata il 24 ottobre dell'anno scorso e ancora non sembra decollare. Ieri l'ultimo caso che lo dimostra. Il sindaco di Cavriglia: "Sono indignato"


Il 24 ottobre dell'anno scorso quando il canile sanitario di Forestello fu inaugurato il dottore Enrico Loretti, responsabile veterinario Asl10 affermò: "Il canile sanitario avrà una copertura H24 con personale della azienda sanitaria di Firenze per il recupero degli animali, e anche con quello della Ausl8 per la loro gestione. Nel canile troveranno posto le attività standard: anagrafe canina, sterilizzazione dei gatti liberi delle colonie e controllo degli animali recuperati sul territorio. Lo schema operativo: un centralino unico attivato dalle polizie municipale sulle 24 ore". A distanza di circa nove mesi la struttura non è affatto così operativa. 

Nella convenzione stipulata tra gli 11 Comuni del Valdarno arerino e fiorentino e la Asl10, che avrà durata fino al 2025, le attività del canile sanitario nello specifico sarebbero: "cattura e recupero di animali randagi o comunque reperiti vaganti sul territorio comunale, gestione del canile sanitario e trasporto al canile rifugio convenzionato, pronto soccorso animali feriti in incidenti stradali e prestazioni veterinarie specialistiche".

Tutto questo ancora non si è per gran parte realizzato. L'ultimo esempio è arrivato ieri: un cane, simil Corso grigio tigrato con il collo bianco viene trovato da privati a vagare nell'area del Tasso. Vengono chiamati i vigili urbani di Terranuova che a loro volta telefonano alla Asl e attivano la squadra per catturarlo che non è presente a Forestello ma a Firenze. Il cane nel frattempo viene accudito da chi lo ha trovato, che per fortuna è un competente educatore cinofilo. Quindi riesce a tranquillizzare il cane e sfamarlo. Il personale della Asl 10, servizio veterinario, arriva dopo oltre due ore, prende il cane e lo trasporta a Novoli perchè al canile sanitario di Forestello non c'è un veterinario nel pomeriggio: il cane non può essere preso in carico e viene dirottato a Firenze. Verrà riportato al canile sanitario valdarnese il giorno dopo. Ha microchip e quindi presumibilmente un proprietario ma ancora non è dato sapere chi sia.

Il sindaco di Cavriglia, Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, Comune capofila nel progetto del canile sanitario e nella gestione, interpellato ha affermato: "Sono indignato per l'atteggiamento della Asl che a quanto pare non rispetta gli accordi transitori e quelli della convenzione. Mi aspetto che in tempi celeri venga sottoscritta la convenzione per disciplinare i servizi che la Asl10 ha già concordato".

Il Comune di Cavriglia si è dimostrato sensibile e sta seguendo l'evolversi della situazione del canile. Non è la prima volta che il sindaco interviene e interpella la Asl10: lo ha fatto nel gennaio scorso ed ebbe l'assicurazione che la struttura sarebbe entrata in regime in tempi brevi, e poi a maggio e gli fu garantito anche lo spostamento delle sale operatorie da Pontassieve a Forestello. Ancora però il Canile sanitario di Forestello non è decollato. Forse adesso un fronte comune tra le 11 amministrazioni, ma anche tra tutti i politici che hanno preso parte all'inaugurazione dell'anno scorso, sarebbe auspicabile per risolvere i problemi che tanti cittadini e soprattutto tanti cani stanno vivendo come quello che da ieri ha fatto la spola dal Valdarno a Firenze e ancora in Valdarno con le spese a carico dei comuni valdarnesi.

Cronaca / Sociale

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
E’ morto Peter Fonda, l’attore protagonista d...
Julian Carax
Un.Dici
Classico scorcio della Monument ValleySapevo che non sare...