14.03.2017  20:47

Cade in un canalone in Secchieta, complicate operazioni di recupero. Salvato dalla squadra dei soccorsi

di Glenda Venturini
L'uomo è caduto da una staccionata alla capanna delle guardie in Secchieta: volo di circa sessanta metri. Sul posto squadre di protezione civile e soccorso. Impegnati i Vigili del fuoco e gli uomini della Croce Azzurra, Sast e medici del 118 portati con il Pegaso. Recuperato, l'uomo è in prognosi riservata


commenti

Data della notizia:  14.03.2017  20:47

Operazioni complicate di soccorso e recupero in Secchieta, tra le località Macinaie e Croce al Cardeto, nel comune di Reggello: un trentacinquenne è caduto in fondo una scarpata, immediato l'allarme al 118 da parte di altre persone che erano in zona. La richiesta di aiuto scatta intorno alle 19.

L'uomo ha perso l'equilibrio mentre era appoggiato a una staccionata alla capanna delle guardie di Secchieta: il volo nel dirupo è stato di circa sessanta metri. Ferito, con lesioni al volto e alla spalla, per riuscire a raggiungerlo e portarlo in salvo sono state necessarie quattro ore di lavoro. 

Sul posto sono arrivati i volontari di protezione civile e 118, Croce Azzurra di Reggello, Vigili del fuoco di Figline e Firenze. Intervenuta anche l'équipe dell'elisoccorso Pegaso da Firenze: l'elicottero ha fatto scendere i medici ed è dovuto ripartire per l'impossibilità di atterrare, in mezzo al bosco e nelle ore già buie. Mobilitate anche due squadre a terra di volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della Stazione Monte Falterona e i carabinieri forestali. 

Ore di lavoro per raggiungere la zona impervia in cui era finito l'uomo. Una volta arrivati in fondo, gli operatori e i volontari hanno dovuto lavorare ancora per portarlo in salvo. Alla fine è stato consegnato al 118 e trasportato in ospedale con l'ambulanza della Croce Azzurra reggellese. 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE