19.01.2021  14:53

Borgo Arnolfo acquistato per un prezzo a basa d'asta di oltre 952mila euro

di Monica Campani
Il lotto 43, così era definito, è stato vendute tramite la Rete Aste Notarili dinanzi al Notaio incaricato Massimo Palazzo, presso locali del Consiglio Notarile di Firenze, Pistoia e Prato


commenti

Data della notizia:  19.01.2021  14:53

L'ex ospedale Alberti, oggi Borgo Arnolfo, a San Giovanni dunque è stato acquistato. Il prezzo a base d'asta era di 952.471,31 euro.  Il lotto 43, così era definito, è stato vendute tramite la Rete Aste Notarili dinanzi al Notaio incaricato Massimo Palazzo, presso locali del Consiglio Notarile di Firenze, Pistoia e Prato.

L'anno scorso il Consiglio comunale di San Giovanni dette il via a un nuovo percorso per il complesso situato in pieno centro storico e da molti anni diventato spina nel fianco: l'Amministrazione comunale avrebbe atteso un anno per ricevere proposte atte a rigenerare e riqualificare l'area altrimenti, scaduto il tempo, sarebbe stata pianificata dal Comune.

Il Comune di San Giovanni si era impegnato a non esercitare tale diritto fino al 31 dicembre 2022 purchè si verificassero alcune condizioni, come si legge nei dettagli della procedura dell'asta: "l’area dovrà essere venduta con atto pubblico da trascrivere entro il 30 settembre 2021; entro il 30 settembre 2022 il nuovo proprietario dovrà presentare al protocollo comunale i progetti relativi alle opere pubbliche ed a quelle private, corredati da idonea garanzia fideiussoria e di ogni altro allegato necessario al rilascio dei permessi a costruire; la garanzia fideiussoria dovrà essere rilasciata da primario istituto di credito italiano o da una compagnia assicurativa di gradimento dell’Ente, con rinuncia all’escussione del debitore ex art. 1944 c.c. e delle eccezioni di cui all’art. 1957 c.c. e con svincolo unicamente mediante comunicazione del Comune; dovranno essere confermate tutte le obbligazioni discendenti dal piano di recupero e della convenzione urbanistica. Nel cantiere sono presenti attrezzature e materiale vario di proprietà di soggetti terzi".

Adesso finalmente inizia una nuova era per il complesso, attesa da tutti i sangiovanniesi da circa dieci anni. 

Cronaca

 
comments powered by Disqus