16.12.2019  17:18

Bekaert, tavolo al Mise: confermata la proroga della Cassa integrazione. Sei mesi in più per studiare le due offerte

di Glenda Venturini
In chiusura del tavolo, le prime notizie dal Ministero arrivano dai commenti dei sindacati. Confermata la notizia della proroga della Cassa integrazione per cessazione, per studiare i due piani c'è tempo dunque fino alla fine di giugno


È durato quasi due ore il nuovo incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico per la vertenza Bekaert di Figline. Presenti, per il Mise, le due sottosegretarie Alessia Morani e Alessandra Todde, oltre ai funzionari che hanno seguito finora la vicenda. Al tavolo la sindaca Giulia Mugnai, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, rappresentanti dell istituzioni e ovviamente dei sindacati. 

Le notizie che arrivano a caldo sono quelle ormai attese: prima di tutto, la proroga della Cassa integrazione per cessazione che dunque andrà avanti ancora sei mesi per i dipendenti rimasti in vertenza, oltre duecento. Una buona notizia, per i sindacati, che avevano chiesto l'allungamento dei tempi per consentire il confronto. 

Sul fronte della reindustrializzazione, sono confermate le due proposte di cui già si sapeva: quella di Trafilerie Meridionali, con un partner economico; e quella della “Steel Coop Valdarno”, la Cooperativa fondata da ex dipendenti e che ora ha ufficializzato la sua proposta. Ci saranno dunque sei mesi per valutare al meglio i piani e avviare la reindustrializzazione del sito: un passo avanti importante. 

La prima cittadina Mugnai ha espresso cauta soddisfazione: "Tempo. È quello che abbiamo guadagnato oggi sulla vertenza Bekaert con la conferma da parte del Governo della proroga per altri 6 mesi della cassa integrazione, provvedimento appena passato dalla commissione del Senato e in approvazione definitiva entro la fine dell’anno. Guadagnare tempo era fondamentale, ma il passaggio cruciale sarà capire l’esito delle verifiche in corso sui piani industriali ad oggi sul tavolo e che permetteranno la reindustrializzazione del sito: il futuro di Figline passa tutto da lì". 

Il commento a caldo di Daniele Calosi, segretario della Fiom Cgil. 

Economia

 
comments powered by Disqus