22.11.2019  17:13

Bekaert, Beccastrini (Fim Cisl): "L'azienda è molto meno ottimista del Governo sulla reindustrializzazione"

di Glenda Venturini
Le parole del segretario della Fim Cisl dopo l'incontro di oggi a Firenze in Confindustria. "L’azienda ha avuto un atteggiamento molto negativo. Ora vogliamo sapere chi sta mentendo"


"Chi sta mentendo a 220 padri di famiglia, l’azienda o il Ministero?". È la domanda che fa il segretario della Fim-Cisl Toscana, Alessandro Beccastrini, dopo l'incontro che si è svolto oggi, nella sede di Confindustria Firenze, tra Bekaert e sindacati, sulla procedura di mobilità aperta per i lavoratori dello stabilimento di Figline.

Un incontro in cui sarebbe emersa una versione diversa, meno ottimistica, rispetto a quella del tavolo ministeriale. "Nell’incontro di oggi – spiega Beccastrini – l’azienda ha avuto un atteggiamento molto negativo ed ha parzialmente smentito quanto ci era stato illustrato nell’ultimo incontro al tavolo al Ministero dello Sviluppo economico, sui tempi ma anche sulle possibilità che vada in porto il piano di Trafilerie Meridionali".

"A questo punto - conclude Beccastrini - chiediamo che sia il ministro Patuanelli ad occuparsi di questa vicenda in prima persona, e a fare immediata chiarezza. Non possiamo accettare che si giochi con la vita di 220 persone". 

Economia

 
comments powered by Disqus