10.05.2014  14:19

"Basta al gioco d'azzardo": l'appello del Consiglio comunale dei ragazzi accolto anche da quello degli adulti

di Glenda Venturini
A Terranuova approvata dal Consiglio comunale una mozione contro il gioco d'azzardo promossa dai ragazzi del CCR. Accolta la richiesta di lanciare una campagna contro le ludopatie, e impedire per quanto possibile il proliferare di sale gioco


"Stop alle ludopatie, avanti con campagne informative contro il gioco d'azzardo". La proposta viene dai ragazzi, ma è stata accolta e approvata dagli adulti: così il Consiglio comunale dei ragazzi ha trasmesso ai 'colleghi' del Consiglio comunale di Terranuova un documento che ha ricevuto il via libera sotto forma di mozione. 

Un passaggio importante, che impegna l'amministrazione terranuovese ad interventi contro il gioco d'azzardo: "Noi ragazzi del CCR - si legge nel testo  - chiediamo che il Consiglio Comunale adotti la nostra campagna contro le ludopatie (dipendenze dal gioco d’azzardo) e si impegni a combattere il gioco d’azzardo, sia da un punto di vista culturale promuovendo campagne presso scuole, associazioni, il territorio in generale, sia da un punto di vista delle normative, impedendo le allocazioni di slot, agenzie di scommesse e favorisca l’aiuto nei confronti di coloro che vivono con questo tipo di problema". 

E gli adulti del Consiglio comunale di Terranuova hanno approvato la mozione, lo scorso 6 maggio, nella sua ultima seduta prima delle elezioni amministrative. Tante le personalità intervenute al dibattito, occasione di confronto su un fenomeno, quello del gioco d'azzardo, che sta creando non poche difficoltà a molte famiglie valdarnesi.

Negli ultimi mesi i ragazzi del CCR hanno elaborato alcune vignette con l'aiuto di fumettisti che raccontano i problemi legati alle ludopatie. Lo scorso 13 marzo, insieme al Coordinamento di Libera del Valdarno, è stato anche organizzato un evento al palazzetto dello sport, durante il quale sono state raccolte delle frasi-simbolo elaborate dai ragazzi dalle quinte elementari fino alle terza media. A vincere è stata una filastrocca:

“Se ben vuoi campare,
dalle slot lontano devi stare.
Non ti fare incantare,
non ti fare ingannare
perché le slot solo male ti posson fare.
Dillo a tutti vicini e lontani:
se per caso vorresti provare,
pensa al danno che ti potresti arrecare”.

Cultura

 
comments powered by Disqus