17.12.2015  18:06

Banca Etruria, il Governo affida a Cantone gli arbitrati per gli obbligazionisti. La Regione stanzia 200mila euro per l'assistenza legale

di Glenda Venturini
Sarà il capo dell'Autorità nazionale anticorruzione, e non la Consob, a gestire gli arbitrati per i risparmiatori che hanno perso soldi nel salvataggio delle quattro banche, compresa l'Etruria: lo ha annunciato il premier Matteo Renzi. Intanto la Regione Toscana ha preparato uno stanziamento di 200mila euro per l'assistenza legale dei possessori di obbligazioni


L'Anac, Autorità nazionale anticorruzione, presieduta da Raffaele Cantone, gestirà gli arbitrati per gli obbligazionisti secondari colpiti dal crac delle 4 banche, compresa Banca Etruria. "Nelle prossime ore faremo tutto il possibile perchè chi è stato davvero truffato possa avere i soldi", ha detto il premier Matteo Renzi al Tg5.

Nei giorni scorsi, è arrivato il via libera dalla Commissione europea al piano di aiuti previsto dal Governo per il risarcimento dei piccoli investitori: un fondo di solidarietà da 100 milioni di euro, provenienti dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, che sarà utilizzato soltanto per rifondare in parte i risparmiatori e i mini imprenditori (agricoltori e ditte individuali). Secondo i dati pubblicati dal Ministero delle finanze, il salvataggio delle quattro banche ha coinvolto 10.559 obbligazionisti subordinati, per un controvalore complessivo di 329 milioni di euro.

Intanto, anche la Regione Toscana ha preparato un provvedimento in favore dei risparmiatori truffati: nel maxiemendamento per la legge di stabilità del 2016 verrà inserito un primo stanziamento di 200mila euro per l'assistenza legale dei possessori di obbligazioni di Banca Etruria, Banca Marche, Cariferrara e Carichieti residenti in Toscana. Lo ha annunciato il presidente della Regione Enrico Rossi. L'accesso al fondo sarà regolato con specifica delibera di Giunta in cui, tra gli altri criteri, verrà indicata la soglia di reddito per l'accesso ai contributi.
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
“Segnale di vicinanza da parte delle istituzioni. Siamo al fianco dei cittadini che hanno perso tutto”
Sulla decisione della Regione Toscana interviene la consigliera Valentina Vadi: “Oggi in Commissione affari istituzionali abbiamo approvato a maggioranza la pdl 46, collegata alla legge di stabilità per l'anno 2016, in cui è contenuto un articolo sul l'istituzione di un fondo di 200mila euro a "sostegno dell'assistenza legale degli obbligazionisti toscani danneggiati dalle recenti crisi bancarie". La misura rientra all'interno della legge di stabilità 2016. Per accedere al contributo, oltre che essere persone fisiche residenti in Toscana, è necessario avere un Isee inferiore a 40mila euro. Un segnale importante di vicinanza a chi ha perduto il proprio denaro investito in obbligazioni e ha subito gravi danni. Auspico che il Consiglio regionale sarà unito nel votare questa misura”

Cronaca / Economia

 
comments powered by Disqus