14.02.2019  14:30

Bambino lasciato nell'autobus, il Comune ribadisce: "Fatto gravissimo e inaccettabile"

di Monica Campani
Il sindaco Viligiardi ripercorre la vicenda e ribadisce la propria posizione. "Un episodio di questo tipo è inaccettabile e di una gravità tale che sicuramente richiede azioni conseguenti nei confronti di tutti coloro che ne sono responsabili"


commenti

Data della notizia:  14.02.2019  14:30

Il sindaco di San Giovanni, Maurizio Viligiardi, ripercorre la vicenda gravissima del bambino di tre anni lasciato nell'autobus, all'interno del depodito dei mezzi, per 6 ore e ribadisce la propria posizione. 

 

"L'Amministrazione comunale, non appena appresa la notizia, si è immediatamente interessata delle condizioni di salute del piccolo, ritenendole prioritarie nella terribile ed incresciosa situazione che si era verificata. Successivamente l'Amministrazione, insieme ai tecnici comunali del settore, ha provveduto a contattare l'azienda concessionaria del servizio per cercare di ottenere le necessarie spiegazioni e chiarimenti rispetto a quanto accaduto e, in seguito, si è messa in contatto con le autorità intervenute, ossia l'Arma dei Carabinieri di San Giovanni Valdarno, per cercare di capire nel dettaglio cosa e come fosse successo e per fornire a propria volta qualunque informazione potesse essere necessaria e utile".

"Si è provveduto prontamente a mettersi in contatto con la famiglia del bimbo al fine di avere notizie circa le condizioni psico fisiche del piccolo e della madre nonché manifestare la vicinanza, la disponibilità ed il sostegno dell'Amministrazione comunale".

"Sono assolutamente sconvolto da ciò che è accaduto, come uomo, come padre prima di tutto e, ovviamente, nel mio ruolo di Sindaco. Un episodio di questo tipo è inaccettabile e di una gravità tale che sicuramente richiede azioni conseguenti nei confronti di tutti coloro che ne sono responsabili - ha dichiarato il primo cittadino di San Giovanni Valdarno, Maurizio Viligiardi - Il Comune di San Giovanni Valdarno ha un rapporto di concessione con la società Autolinee Toscane per il servizio di trasporto scolastico che, lo ricordo, prevede, per i bambini della scuola dell'infanzia, obbligatoriamente anche la presenza di accompagnatore a bordo. Proprio nel contesto di questo rapporto contrattuale il Comune di San Giovanni intraprenderà tutte le possibili azioni per ottenere la dovuta tutela rispetto ad ogni pregiudizio subìto dal Comune stesso. Mi preme ribadire – prosegue il Sindaco – l'assoluta vicinanza e il più completo sostegno alla famiglia, che si è trovata a vivere una situazione che nessun genitore vorrebbe mai nemmeno immaginare".

Intanto l'accompagnatrice e l'autista dell'autobus sono stati sospesi dal servizio.

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Se pensate che la rima boccale sia lo stesso della rima b...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...