05.06.2019  20:47

Ballottaggio, M5S lascia libera scelta ai suoi elettori. "Ma ricordiamo cosa non è stato fatto negli ultimi cinque anni"

di Glenda Venturini
A Figline e Incisa il Movimento 5 Stelle, con il candidato Lorenzo Naimi, interviene in vista del ballottaggio di domenica: "I cittadini sapranno scegliere autonomamente il proprio sindaco, noi vogliamo ricordare il nostro impegno e cosa non è stato fatto"


Libera scelta agli elettori, ma con una serie di premesse. Così il Movimento 5 Stelle di Figline e Incisa si esprime in vista del ballottaggio di domenica 9 giugno. "Ci siamo presentati alle scorse elezioni amministrative da solo con 16 consiglieri contro 195 ed un programma chiaro e realizzabile. Per 5 anni abbiamo portato in Consiglio le istanze dei cittadini e contrastato in maniera forte e costante le scellerate politiche portate avanti dal sindaco uscente. Purtroppo l’esito delle urne non ci ha premiato come speravamo, tuttavia riteniamo un dovere ed un diritto scegliere il futuro sindaco, senza avere la presunzione di poter indicare il voto ma l’obbligo di ricordare quanto è accaduto nel recente passato e chi sono stati gli interpreti", spiegano i pentastellati, che si erano presentati alle elezioni con il candidato sindaco Lorenzo Naimi.

"Del Sindaco uscente ricordiamo l’inconsistenza amministrativa e le numerose promesse disattese nonostante i tanti milioni arrivati da Stato e Regione. Giulia Mugnai, che fino a pochi mesi fa dichiarava di non ricandidarsi, oggi vuol far credere di essere improvvisamente capace di fare quello che in 5 anni non ha fatto. Per un intero lustro abbiamo aspettato invano di essere ascoltati e non ci illudiamo certo che l’atteggiamento potrà cambiare nei prossimi 5 anni, a discapito purtroppo dei cittadini che si sono rivolti a noi per risolvere i loro problemi. Insieme a Mugnai - aggiunge il M5S - si è apparentato Daniele Raspini etichettato in tempi non sospetti come stampella del PD, di cui ha fatto anche ufficialmente parte contribuendo peraltro alla realizzazione della “innovativa” pista ciclabile rossa. Purtroppo i fatti ci danno ragione e confermano quanto le dichiarazioni in campagna elettorale fossero un copione scritto esclusivamente per gettare fumo negli occhi degli elettori. Ci dispiace per i tanti cittadini che avevano riposto in lui la loro fiducia". 

"Durante il nostro mandato - prosegue la nota del Movimento 5 Stelle - abbiamo portato avanti numerose battaglie politiche e una dura opposizione per la difesa dei diritti e dei servizi a favore dei cittadini. Ricordiamo la raccolta firme per impedire che il centro storico fosse trasformato in un giardino botanico da un folle progetto proposto da Giulia Mugnai, ricordiamo le tante interrogazioni sulle Lambruschini e la costante attenzione per i problemi di viabilità a cui il nostro comune è soggetto ormai da anni. Non dimentichiamo la manifestazione del 2015 in difesa del Serristori e l’impegno costante per garantire e migliorare i servizi alle fasce più deboli. Inoltre, in più di un’occasione, abbiamo espresso forti preoccupazioni per la possibile realizzazione di una discarica a due passi dal paese senza che per 5 anni l’amministrazione uscente abbia definitivamente scongiurato questo pericolo". 

"Tutti i cittadini - chiude la nota - il 9 giugno sono chiamati ad una scelta che non inciderà solo per il prossimo mandato ma avrà ripercussioni anche sugli anni a venire quindi ci auguriamo che in molti vadano votare scegliendo liberamente il proprio futuro".

Politica

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Per capire la storia e soprattutto l’anima (che i l...
Julian Carax
Un.Dici
E chi l’avrebbe mai detto che una squadra canadese (l’uni...