23.03.2016  18:08

Atti vandalici alla tensostruttura: il sindaco chiede collaborazione, giovani Pd e M5S si mettono a disposizione

di Monica Campani
Da una parte i Giovani democratici di San Giovanni e Cavriglia, dall'altra il Movimento 5 Stelle sempre di Cavriglia che si mettono a disposizione per ripulire la tensostruttura di Castelnuovo dei Sabbioni distrutta dai vandali. Appuntamento per tutti sabato 2 aprile


commenti

Data della notizia:  23.03.2016  18:08

Il senso di comunità questa volta ha prevalso su tutto anche sulle differenze appartenenze politiche. Dopo la scoperta degli atti di vandalismo che hanno distrutto la tensostruttura di Castelnuovo dei Sabbioni, il sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni ha lanciato un appello: sabato 2 aprile chi lo desidera può collaborare e dare una mano per ripulire e ripristinare la situazione per quanto possibile. Subito hanno risposto i Giovani democratici di San Giovanni e Cavriglia e il Movimento 5 Stelle. Anche se gli interventi hanno carattere diverso.

Chiara Brizzi, segretaria dei Giovani democratici interviene:

"Gli atti vandalici compiuti alla tensostruttura a Castelnuovo dei Sabbioni sono l'ennesimo segno di inciviltà e vandalismo nei nostri paesi. Scritte sui muri, atti vandalici a beni pubblici, asili e strutture sportive, chiunque sia stato non ha ben chiaro cosa sia la Res Publica (cosa pubblica). I nostri Comuni spendono tantissimi soldi per dotare i nostri paesi di strutture e per mantenere un certo grado di decoro, queste persone non capiscono che agendo così fanno del danno anche a loro stesse e ai loro cari perché quei soldi usati per ripristinare i danni da loro provocati potrebbero essere utilizzati diversamente per avere più servizi e migliorare la vita di tutti. Dobbiamo recuperare il senso di appartenenza ad una società, l'importanza delle cose e soprattutto il valore economico e sociale che esse hanno. Noi, Giovani Democratici di San Giovanni  e Cavriglia, il 2 Aprile parteciperemo al ripristino della struttura, ma chiediamo a tutti i giovani ed anche ai meno giovani di essere presenti, per far capire a quelle persone che esiste una comunità che ancora crede nel bene pubblico e che noi siamo molti più di loro".

Il Movimento 5 Stelle, critica ma si mette a disposizione:

"Gli atti vandalici che si sono verificati a Castelnuovo dei Sabbioni sono un gesto terribile che fa riflettere tutti noi, un gesto che va punito e condannato, perché la 'cosa' pubblica è un bene essenziale per tutti i cittadini. Siamo di nuovo costretti a riflettere: chi si deve occupare della nostra sicurezza? e della salvaguardia dei nostri beni? La politica dovrebbe essere la risposta principale a questi quesiti e ci ritroviamo quindi, ancora una volta, a dover richiamare il sindaco alle sue responsabilità. Tutti ormai sanno che vi è l'allarme sicurezza nel Valdarno, un allarme che è scoppiato da moltissimi mesi. Già dai primi casi di furti, atti vandalici, discariche abusive ed 'automobilisti pazzi', il Movimento 5 Stelle si era adoperato per aiutare l'amministrazione  ad arginare il problema, proponendo, sia in modo informale che formale, l'attuazione di un programma di sicurezza che prevedeva l'installazione di videocamere nel territorio". 

"Purtroppo, e con grande rammarico, il Sindaco e la maggioranza non hanno preso molto in considerazione i nostri appelli sulla sicurezza dei cittadini, solo per poi richiedere aiuto tramite i media successivamente. Dal canto nostro, abbiamo sempre creduto che prevenire sia meglio (e meno costoso) che curare, ed esortiamo per l'ennesima volta il sindaco ad ascoltare le nostre opinioni, perchè insieme abbiamo uno scopo comune: la salvaguardia dei cittadini! È un dovere morale a cui siamo chiamati".

"Ormai il danno è stato fatto e noi come forza politica d'opposizione ci mettiamo a completa disposizione per aiutare in qualsiasi modo a ricostruire ciò che è stato distrutto, ma che tutto questo serva da monito al sindaco".

Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus