10.10.2013  17:30

Aperto lo sportello "Ecco fatto!" a Pietraviva: fino al 22 ottobre a disposizione per informazioni ai cittadini. Poi l'inaugurazione ufficiale

di Federica Crini
Da questa mattina lo sportello “Ecco fatto!” a Pietraviva è aperto come punto informazioni e centro di ascolto per raccogliere le esigenze dei cittadini della zona e organizzare al meglio il servizio. Poi, dal 22 ottobre, giorno dell’inaugurazione ufficiale, saranno attivati tutti i servizi e l’orario completo


commenti

Data della notizia:  10.10.2013  17:30

Da questa mattina è aperto lo sportello “Ecco fatto!” a Pietraviva, frazione nel comune di Bucine, nei locali che fino allo scorso dicembre hanno ospitato l’ufficio postale, poi chiuso per disposizioni di Poste Italiane come in altri piccoli paesi della Toscana.
 
“Il servizio è stato realizzato in collaborazione con Uncem e la Regione Toscana in risposta alla chiusura degli sportelli postali: dal disagio per i cittadini nasce l’opportunità che questo diventi un punto di riferimento per molti altri servizi e per tutto il territorio comunale, non solo per Pietraviva o l’Alta Valdambra” ha spiegato il sindaco Sauro Testi.
 
Fino al 22 ottobre, giorno dell’inaugurazione ufficiale, lo sportello sarà aperto per “ricevere i bisogni dei cittadini e organizzare di conseguenza il servizio in base alle loro esigenze”. L’orario sarà dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 16 e il sabato dalle ore 9 alle ore 13. Silvia Cioni e Giulia Tofanelli sono le due ragazze selezionate con il bando del servizio civile per coprire le attività di “Ecco fatto!” a Pietraviva.
 
Il 22 ottobre ci sarà il taglio del nastro ufficiale, alla presenza anche del rappresentante di Uncem, che aprirà le attività dello sportello: i servizi anagrafici, i pagamenti di bollettini e tramite internet, lo sportello informazioni turistiche e al cittadino, lo sportello sociale e l’organizzazione dei servizi di prossimità, come la spesa a domicilio, l’accompagnamento e l’acquisto di medicinali, pensato soprattutto per la popolazione più fragile o in difficoltà, come gli anziani.
 
Le due ragazze del servizio civile lavoreranno a orari alternati per permettere l’apertura e la disponibilità dei servizi per sei giorni della settimana, coprendo l’intera giornata. Per informazioni sono stati attivati gli indirizzi di posta elettronica e il numero telefonico 055.998258.
 
In allegato i due commenti video di Testi, Silvia e Giulia.

Cronaca / Sociale

 
comments powered by Disqus